Utente 125XXX
Salve,
sono un uomo di 42 anni, alto 165 cm, peso 77Kg, fisico abbastanza atletico, faccio attivita' fisica (gioco a calcetto e faccio un po' di palestra).
Venerdi' sono andato a donare il sangue e oggi mi hanno dato i risultati dell'analisi. E' tutto a posto fuorche' il colesterolo:

colesterolo 377 normale < 200
trigligeridi 130 normale < 180

Il mio medico di famiglia (che tra l'altro e' la prima volta che lo vedo essendo andato in pensione quello precedente) solo in base a questo dato mi ha prescritto
non solo una dieta (che mi ha detto a voce in modo molto approssimativo) ma anche una pasticca da prendere per tutta la vita.
Ora a me sembra una cosa troppo avventata prescrivere una pasticca per sempre
senza nemmeno prescrivere un esame piu' dettagliato. Nei dati che ho fornito al medico non c'e' neanche il valore dell' hdl e dell'ldl.
Che devo fare? e' attendibile questa prescrizione? possibile che non mi abbia prescritto nemmeno un'esame per avere una conferma oppure per vedere quale siano valori dell'hdl e dell'ldl?
io francamente prima di prendere questa pasticca vorrei avere
un parere piu' sicuro.
Che devo fare?

Grazie,
salve.
[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente,

mentre il pensare alla "pasticca per tutta la vita" è piuttosto fuorviante come tutte le asserzioni che comportano un carico emotivo, in effetti Lei non ha torto.

Secondo le Linee Guida, la prima cosa da valutare è la classe nella quale Lei ricade come fattori di rischio: questo si ottiene valutando la Sua storia familiare e alcuni caratteri come il Suo sesso, età, peso corporeo, pressione arteriosa, abitudini alimentari e igieniche (fumo, alcool) etc. Questo consentirà di individuare il valore "target" del suo Colesterolo LDL, che può variare dai 160 ai 100, a seconda del pattern specifico di rischio che Lei presenterà

Una volta ottenuto questo inquadramento, è necessario applicare la Formula di Friedwald al suo assetto lipidico; la Friedwald è

ColTotale - ColHDL - (Trigliceridi/5)

questo dà il valore di "LDL stimato". E' anche possibile la sua misura diretta ma la stima matematica è più utile ai fini del calcolo successivo.

Una volta ottenuto questo valore, potremo, se necessario, calcolare la percentuale di riduzione del suo Colesterolo LDL che ci porterà al suo target. A seconda, infine, di questa percentuale, noi potremo scegliere la statina che è più indicata, come potenza, per questa riduzione; ovviamente, se ci serve una riduzione del 10% non utilizzeremo certo un'Atorvastatina o una Rosuvastatina, così come una Simvastatina sarebbe inadatta per un target di riduzione del 60%.

Infine (ma avrebbe dovuto essere all'inizio), tutto questo calcolo avrebbe dovuto essere effettuato dopo 3 mesi di dieta controllata, questo anche ai fini di applicazione della Nota 13: in assenza di dimostrazione di ipercolesterolemia familiare o di mancata risposta a 3 mesi di dieta, infatti, il SSN non consente la prescrizione della statina in Nota 13.

Spero di non averLe confuso troppo le idee: il calcolo di queste terapie è relativamente semplice ma troppi Colleghi sembra valutino il tutto un po' alla carlona mentre ci sono dei parametri specifici da osservare.
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la dettagliatissima risposta.
Veramente esaudiente ed esplicativa.
Grazie davvero.

Penso di aver fatto bene allora a richiedere un' ulteriore esame del sangue e a non prendere la medicina fino a che non avro' i risultati dell'esame e fino a che non li avro' fatti valutare in modo dettagliato.

Una domanda: ma a chi posso far leggere i risultati sperando in un approccio come il suo secondo codeste linee guida moderne internazionali? Come si chiama lo specialista da cui andare o se ce' un centro specializzato a firenze?
La ringrazio ancora per la risposta.
[#3] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente,

Forse sarò naive ma credo che qualsiasi Medico di Medicina Generale degno di questo nome dovrebbe conoscere queste procedure ed essere in grado di applicarle. E' anche possibile che il Suo medico, forse, non Le abbia spiegato il proprio ragionamento (o almeno lo spero).
[#4] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Ok.
La ringrazio ancora per la spiegazione.
Salve.