Utente 209XXX
Ho 54 anni e mi è successo varie volte che in seguito ad un rapporto sessuale orale oppure normale abbia avvvertito la sensazione di essere urtato o dai denti o dallo sfregamento e mi si sia formata un vescichetta di sangue molto simile ad un ematoma che riesco a contenere nelle dimensioni se applico del ghiaccio.Il giorno dopo il sangue si irradia e ci vogliono parecchi giorni se non settimane prima che si riassorba.La parte rimane molto sensibile al punto che sento dolore nei giorni successivi alla sua comparsa.Da dire che sono consapevole di avere questa sensibilità prima che il rapporto avvenga...mi spiego meglio ..sento dalla eccessiva sensibilità del glande al solo sfiorarlo con le dita che un piccolissimo urto o sfregamento può far succedere quello che ho descritto sopra...da cosa può dipendere e si può eventualmente prevenire questo inconveniente? Per completezza preciso che sono stato operato di fimosi trenta anni fa e prendo anche 5 mg al giorno di triatec per la pressione.Ad oggi non ho mai avuto problemi di coagulazione.ps:non ho problemi dal punto di vista della resa sessuale

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a naso,penserei ad un' allergia ai farmaci e/o ad un herpes...Si faccia visitare.Cordialita'