Utente 214XXX
Salve,
sono un ragazzo di 26 anni, negli ultimi mesi ho avuto qualche rapporto sessuale non protetto con partner occasionali, l'ultimo un paio di settimane fa. Da due giorni ho notato, andando ad urinare, sulla pelle esterna del pene (diciamo a metà della lunghezza) una macchia di colore rosa più acceso, leggermente sporgente al tatto (ma allungando la pelle, o in fase di erezione molto meno visibile), di 5 mm di diametro, che non mi provoca particolari dolori, anche se (forse perchè ci sto facendo molto più caso in questi giorni) sento ogni tanto un leggero prurito nella zona prepuziale. Alla vista sembrerebbe quasi come "una scottatura", non so come spiegare.
Sono andato dopo poche ore dalla scoperta dalla guardia medica, dato che il mio medico di base è in ferie, e secondo lui può essere una leggera micosi. Mi ha prescritto Canesten pomata, ma dopo due giorni non sembrano esserci miglioramenti. Domani mattina prenoterò una visita (speriamo il prima possibile) da un dermatologo e venereologo specialista, nel frattempo volevo chiederVI, dato che sono sinceramente molto preoccupato, cosa può essere secondo voi, e cosa sicuramente non è.
Una micosi non mi preoccuperebbe molto, diverso sarebbe il discorso se dovesse essere non so... sifilide, papilloma...
Avrei anche una foto (chiaramente solo dei pochi millimetri interessati) ma non so come inserirla.

Grazie in anticipo a chi avrà la cortesia di rispondermi.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Purtroppo una condizione infiammatoria localizzata sul glande di un soggetto che ha avuto da poco rapporti promiscui a rischio non può essere identificabile: di fatto molte sono le lesioni anche iniziali che possono mostrare questa foggia;

Spero che la sua visita dermo-venereologica si effettui il prima possibile per placare la sua ansia in merito ma le consiglio in linea generale di non applicare terapie fai da te le quali sono inutili e spesso dannose, oltre a provocare ritardi diagnostici.

Saluti cari