Utente 110XXX
Egregi Dottori
scrivo per il problema allergologico di mio figlio , bimbo di 8 anni.

Da circa due anni manifestava nel periodo che andava da marzo ad ottobre , in particolare modo al risveglio e la sera , episodi continui di starnuti . Quest' anno si è aggiunta una rinite che alcune notti gli impediva di riposare serenamente . Avendo il sospetto di una sintomatologia allergica agli acari , mi son recato dal pediatra , il quale ha prescritto il prelievo del sangue PHADIATOP agli inalanti . Il risultato è stato positivo con forte risposta ai pollini delle graminacee ( erba canina 63 e logliarella oltre i 100 ) all' ambrosia (52) all' artemisia e lanciuola con valori intorno al 19 . Per i pollini da alberi valori significativi vengono dalla betulla (quasi 20 ) e dall'olivo (16) . I sospettati acari solo 0, 16 circa . Forfora di gatto e cane intorno al 2 e muffe circa 1,50.

Di fronte ad un quadro clinico "clamoroso" , sia io che il pediatra , ci siam meravigliati come il bimbo presenti solo episodi di starnuti ed occasionalmente questa rinite notturna .

In attesa della visita da un allergologo con un esame anche per gli alimenti , la terapia consigliata dal pediatra è quella di uno spray al cortisone la sera ed eventuali goccine di antistaminico .

La mia domanda è : come mai , pur avendo questa grossa positività , gli episodi sintomatici sono stati ( per fortuna ) minimi e contenuti ? Devo aspettarmi un aumento dei sintomi ?? Crescendo ci sarà un "fisiologico" miglioramento ??

Attendo fiducioso una Vostra cortese risposta ed eventuali consigli .

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Le IgE totali rapprensentano la predisposizione ad essere e non essere a diventare a non diventare allergici, in questo casi l'allergia c'è.

Senza dubbio la terapia sintomatica è fatta da un cortisonico nasale in soluzione acquosa e anche da un antistaminico.

Il tutto per breve tempo max 30 giorni e legato al fatto che il bimbo deve fare un vaccino antiallergico in quasto caso graminacee e ambrosia a parer mio visto la presenza di questi allergeni nelle positività.
Il vaccino è indispensabile al fine di ridurre anche future manifestazioni.

Eviterei animali in casa.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la cortese risposta dott. Corica .

Volevo farle presente che da quando ho il risultato degli esami , il bimbo non ha ancora avuto bisogno degli antistaminici ; per quanto riguarda lo spray nasale al cortisone invece lo utilizzo solo prima che lui vada a dormire . In questo periodo la rinite è molto peggiorata e si manifesta proprio a fine giornata , di conseguenza per farlo repirare e quindi ben riposare , sono " costretto " quasi ogni sera ad un'applicazione di Aircort 50 per narice .

Le chiedo : posso proseguire con questa terapia al bisogno in attesa della visita con l'allergologo programmata fra poco meno di un mese ???

In attesa di gentile riscontro le porgo un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Le consiglio di fare un puff mattina e sera, al fine di togliere l'infiammazione, in attesa ........... di fare i vaccini antiallergici ............ le positività già le ha.


Saluti
[#4] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per le utili indicazioni .

Saluti a Lei .
[#5] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Rieccomi dopo la visita del bimbo dall'allergologo .

Il medico , dopo aver visto gli esami ematici del phadiatop ,ha ritenuto non fare al momento il prick test , rimandando l'esame a dicembre . Nel frattempo ha consigliato una spirometria basale con test da sforzo ad ottobre , cioè quando termina l'impollinazione dell'ambrosia per verificare eventuale sintomo asmatico ( sintomo che non ha comunque mai avuto ).

Inoltre ha già pianificato la terapia da fare dopo il prick test che consiste nell'uso del vaccino sublinguale , ma solo alle graminacee .

La terapia attuale quindi rimane lo spray al cortisone ed eventuale antistaminico .

Mi par quindi di capire che almeno fino ad ottobre , con la rinite sempre in agguato , il bimbo dovrà sempre assumere l'Aircort 50 ?? Se , come sopra suggerito dal dott. Corica , il tempo di somministrazione può essere massimo di 30 gg , come devo comportarmi ??

Chiedo gentilmente un Vostro cortese parere in proposito .

Cordialmente