Utente 215XXX
salve sono un ragazzo di 18 anni, premetto che da quando ne avevo 16 soffro di reflusso gastroesofageo legato ad una ipotonia del cardias, diagnosticata dopo una gastroscopia, e curata con pantorc 20 mg per circa un paio di mesi. però purtroppo i sintomi da me avvertiti, tra cui acidià, presenza di una mucosa acida strana in gola, bisogno di "raschiare" la gola, tosse continua e bruciori del cavo orale non sono andati via. avvolte il continuo tossire mi provoca il vomito procurandomi , durante il vomito, un dolore lancinante alla bocca dello stomaco. sono molto preoccupato perchè ho il timore che questo dolore possa essere qualcosa di serio e che il vomitare spesso provochi danni. grazie in anticipo per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Credo che la terapia debba essere continuata.
Le invio, comunque, il link di un mio articolo sulla diagnosi del refluso gastroesofageo che può essere di utilità:


http://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/951-reflusso-gastroesofageo-ottenere-diagnosi-perfetta.html

Un cordiale saluto