Utente 215XXX
Buongiorno
nei giorni scorsi dovevo effettuare un intervento chirurgico con anestesia generale per via endovenosa ma dopo tutta la preparazione, calze elastiche, bracciale automatico per la pressione, pinzetta sul dito, ecc., NON SONO RIUSCITI AD ADDORMENTARMI.
L'anestetista continuava a dire .... ora si sentirà annebbiato .... ma io non ho avuto nessun sintomo. Ha anche alzato la dose ma senza risultato.
Hanno interrotto l'intervento riprogrammandolo per fine mese di Agosto e dopo 2 ore sono uscito dall'ospedale senza nessun problema, solo uno odore dolciastro molto forte nelle urine.
Ora avrei bisogno di qualche chiarimento perchè la cosa mi ha un po' preoccupato.
Cosa puo' essere successo ?? segnalo che sono alto 180 cm per 110 kg e logicamente ero molto teso.
Puo' essere dipeso da una superficiale visita preventiva dell'anestetista in fase di preospedalizzazione ??
Che controlli ulteriori potrei fare per non rischiare a fine Agosto un nuovo insuccesso o addirittura un risveglio nel corso dell'intervento ??
Grazie a chi mi vorra' rispondere.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, la circostanza riferita che Lei fosse agitato non è rilevante ai fini di ciò che è accaduto. Certamente per il futuro sarà bene somministrare una premedicazione più importante rispettando i tempi, ma non è per questo che l'induzione è "fallita". Lei si trova in sovrappeso e questo dato può aver rivestito un ruolo, ma non conosciamo con certezza che farmaci sono stati usati, a che dosaggio il collega ha desistito, se la somministrazione in vena è stata regolare e se lei usa farmaci che possano aver diminuito la sua sensibilità a quelli dell'induzione, se era mai stato addormentato prima.
Non ritengo che ci siano dei controlli da fare, piuttosto il prossimo anestesista dovrà essere correttamente informato ed avere a sua disposizione la cartella di anestesia di oggi.
Spero di essere stata chiara, un saluto cordiale.
[#2] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dott.sa Martin
senz'altro ho già chiesto di fare un colloquio preliminare con l'anestetista prima del prossimo intervento fissato per fine mese.
Per quanto riguarda i chiarimenti che mi chiede, posso dire che:
- non sono mai stato addormentato prima
- ho fatto circa 10 anni fa' una anestesia spinale riuscita
- 2 mesi fa' ho fatto una biopsia con sedazione riuscita
Non sono a conoscenza dei farmaci usati per l'anestesia, il dosaggio e se sia stata corretta l'introduzione in vena, (ritengo però che l'anestetico sia stato iniettato correttamente valutando il cattivo odore delle urine subito dopo).
Come medicinali prendo Cotareg per la pressione, Allopurinolo per acidi urici e Simvastatina per colesterolo. In Ospedale prima dell'inizio dell'intervento non mi e' stato dato nulla, solamente una purga.
La ringrazio per l'attenzione e saluto cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Solo per puntualizzare, è importante che il prossimo collega anestesista possa visionare il cartellino di anestesia per poter avere corrette indicazioni a procedere. Quanto ci riferisce lascia pensare che la sua sensibilità ai farmaci sia normale.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Cortese Dott.sa Martin
La ringrazio dei consigli, provvedero' a a metterli in pratica con il prossimo anestetista.
La saluto cordialmente