Utente 218XXX
Buongiorno Dottore,

ho 26 anni e lavoro all'estero, con sporadici rientri in Italia. Per questo motivo mi sono deciso a chiedervi un consulto, in quanto il prossimo rientro in Italia con possibilità di una visita dal mio medico sarà almeno tra qualche mese, o forse a Natale.
Descrivo ora il mio problema: da Dicembre 2010 mi è comparsa una macchia sulla pelle, appena sopra la caviglia, in una zona non esposta al sole. Inizialmente pensavo ad un semplice foruncolo, o ad una verruca, e non gli ho dato peso.
Ho anche supposto si trattasse di una scheggia o di un corpo estraneo conficcatosi, perchè sembra esserci un leggero rigonfiamento sottopelle. Dubito però si tratti di questo, perchè non è mai comparsa alcuna infezione, e si forma solo una crosticina in continuazione, dovuta anche al mio continuo "interessamento".

Si tratta di una macchia rossa del diametro di circa mezzo centimetro, con leggera escrescenza, piuttosto dura al tatto. Le manderei volentieri una foto, nonostante abbia letto il regolamento. Ciò che più mi stupisce è che la macchia è persistente.

Al momento ho provato solo per qualche giorno ad applicare con continuità tintura di iodio. Poi ho desistito perchè non ho potuto portarmi il flacone con la tintura di iodio sull'aereo.

Le sarei molto grato se potesse darmi qualche indicazione. Personalmente ho provato a documentarmi guardando in rete, dove sono presenti molte foto associate a diverse patologie.
Mi sono però trovato in difficoltà, anche nel leggere articoli al riguardo, perchè non ho studiato medicina.
Non possiedo inoltre la competenza e l'esperienza di un medico specialista che fa questo per lavoro.

Capisco che nulla possa sostituire una visita di persona, ma penso di aver già aspettato troppo, e non me la sento di aspettare fino a Natale per avere un consulto medico in Italia.
Al contempo, non vorrei nemmeno spendere oltre la metà del mio stipendio mensile per una visita specialistica (sono uno studente di dottorato). Per questo le invierei volentieri una foto della macchia.

La ringrazio in anticipo per l'attenzione e per ogni consiglio e indicazione che potrà darmi
Arrivederci

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Ragazzo,
come più volte ribadito la diagnosi con foto a distanza non è etica ed è molto pericolosa: immaginiamo - per fare un'ipotesi - che l'immagine da Lei inviata venisse giudicata come lesione trascurabile ed invece nasconda insidie anche pericolose. Non avremmo nessuna scusante per averle consigliato di lasciar perdere una cosa importante, oltre al rimorso di averle procurato un danno. Un errore diagnostico può capitare con visite specialistiche approfondite da epiluminescenza, figuriamoci con una foto, magari fatta con il telefonino! Questo preambolo per spiegarle che non è dovuto a cattiva volontà o al desiderio di "fare cassetta" la impossibilità di poterle fornire una diagnosi su queste basi. Le posso dire che, statisticamente, una neoplasia maligna cutanea alla sua età è rara, ma non impossibile. Una diagnosi - purtroppo le ripeto - anche indicativa non la possiamo fare per via telematica basandoci su foto o descrizione di sintomi.
Certo della sua comprensione, i più cordiali saluti