Utente 209XXX
Salve,
sono una ragazza di 21 anni e da quando avevo 12 anni soffro di bulimia.
Nessuno della mia famiglia lo sa e i pochi intimi che lo sanno pensano che ne sia uscita anni fa.

La situazione è questa .. da qualche mese soffro di tachicardia sinusale, disapnea e cardiopalmo. Gli episodi si verificano soprattutto la sera e la mattina ma spesso anche durante il pomeriggio (anche se faccio sforzi davvero minimi).

Settimana scorso son dovuta andare al pronto soccorso poichè davvero non riuscivo più a controllare la situazione.
Mi han dato gocce per far passare la tachicardia e il referto.
Da lì ho letto che appunto si trattava di tachicardia sinusale, battito irregolare, disapnea e cardiopalmo.
Inoltre dai dati è risultato uno squilibrio di sali minerali e un affaticamente di reni e fegato.

Stasera mi informavo su internet per vedere se poteva essere correlato al mio disturbo alimentare e ho trovato questo:
"Ipopotassiemia, iponatremia, ipocloremia
La perdita di potassio, sodio e cloro provoca complicanze metaboliche (alcalosi, chetonuria), renali e cardiovascolari, sia in forma acuta che cronica.
I sintomi di uno squilibrio idroelettrolitico sono: sete, vertigini e ritenzione idrica, che causa gonfiore a gambe (edemi declivi) e braccia, debolezza, apatia, tic e spasmi nervosi.
In particolare vomitare dopo avere assunto ingenti quantità di acqua (pratica molto diffusa nel tentativo, peraltro vano, di eliminare tutto quello che si è ingerito) crea un profondo e immediato cambiamento nell’equilibrio idrosalino, che ha come sintomo spossatezza, tremori e tachicardia e può esitare in aritmie cardiache anche gravi (dalla tachicardia sinusale alla fibrillazione ventricolare).
I danni renali più frequenti sono la nefropatia ipopotassiemica e la calcolosi renale."

E tutto ha acquistato più senso.... ma volevo chiedere la Vostra gentile opinione prima di decidere sul da farsi.

So che in tutti questi anni ho sicuramente danneggiato il mio corpo.. mi è bastato il fatto che lo smalto dei denti si è molto assottigliato a causa dei succhi gastrici. Quindi mi rendo conto che muscoli e organi ne hanno sofferto molto... ma penso che sappiate che sono disturbi dai quali è difficile uscire.. senza ricascarci.

Tralascio gli attacchi di panico e l'ansia che ho... legati anche a situazione familiare.

Il mio consulto è rivolto alla situazione del cuore ... leggendo il trafiletto che vi ho riportato e sapendo la mia diagnosi da referto... pensate che siano direttamente collegati?

Forse so già la risposta.. ma sentirla da parte di un Dottore mi aiuterebbe a darmi una mossa e cercare di fare qualcosa prima che sia troppo tardi.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
se è pur vero che gli squilibri idroelettrolitici (ipopotassiemia, iposodiemia) posson esser causa di tachiaritmie, anche gravi, è anche vero che ciò avviene più facilmente in soggetti anziani, cronicamente defedati o già affetti da patologie cardiache. Basterà l'assunzione di bevande ricche di sali e qualche litro d'acqua, affinchè la sua situazione ritorni nella norma, stia tranquilla.
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
se è pur vero che gli squilibri idroelettrolitici (ipopotassiemia, iposodiemia) posson esser causa di tachiaritmie, anche gravi, è anche vero che ciò avviene più facilmente in soggetti anziani, cronicamente defedati o già affetti da patologie cardiache. Basterà l'assunzione di bevande ricche di sali e qualche litro d'acqua, affinchè la sua situazione ritorni nella norma, stia tranquilla.
Saluti