Utente 525XXX
Buongiorno. Desidererei avere un consulto con uno specialista del settore che riguarda il mio problema di seguito indicato:
"Ho 45 anni, sono affetto da sette di sclerosi multipla relapssing remitting.Mi chiamo Vittorio Vacca, ho 45 anni, abito a Cabras (OR), sono affetto da 7 anni di sclerosi multipla del tipo relapsing remitting.

Allo stato attuale, tale patologia mi ha lasciato ancora autosufficiente in tutto.

Il secondo mio problema è quello di una obesità che mi sta portando innumerevoli problemi tra i quali ipertensione arteriosa, problemi alla colonna vertebrale, problemi agli arti inferiori i quali, anche a causa della sclerosi risentono molto del peso.

Attualmente sono alto mt.1,70 e peso kg.117, tendenti all’aumento.

Tengo a precisare che ho già eseguito tre diete , di cui due seguita dal dietologo e a seguito delle diete, forse a causa dell’interessamento del sistema immunitario, compromesso dalla sclerosi, per tutte e tre le volte sono stato male e per giunta dopo la prima ho scoperto la malattia e puntualmente dopo le altre due sono sempre ricomparsi i sintomi acuti della sclerosi che mi hanno sempre indotto ad assumere cortisone (Solumedrol 1 g. al dìx5) ad alte dosi.

L’assunzione del cortisone, come lei mi insegnerà ha comportato non solo un ritorno al peso precedente bensì un’aumento del peso, sia per gli effetti stessi collaterali del farmaco, che per quelli degli altri farmaci che sono costretto ad assumere (Lyrica – Tolep - Neo lotan plus – L Carnitina) .

Da circa un anno, a causa dell’ultima assunzione di cortisone che mi ha comportato un senso di depressione, sto assumendo pure zoloft.

Ho sentito molto parlare ed ho letto molto circa il Bypass gastrico in laparoscopia, desidererei sapere se posso essere sottoposto anche io a tale intervento.

Desidererei inoltre sapere se tale intervento possa comportare seri problemi successivi o se dopo il decorso post operatorio non vi siano altri rischi dicersi o irreparabili.
Sarebbe utile infine sapere quali siano i centri più accreditati per eseguire tali interventi.
Ringrazio e porgo distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gianfranco De Lorenzis
20% attività
0% attualità
8% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2007
Caro Vittorio,
mi dispiace veramente che Lei abbia associato ai disturbi gravi della sclerosi multipla anche i tanti problemi che derivano dall'obesità di 3 grado.
In effetti il suo indice di massa corporea supera di poco il 40 e pertanto lei è candidabile agli interventi bariatrici.
Dirigo da anni un Centro di Chirurgia per l'obesità e ritengo che in assenza di controindicazioni di natura anestesiologica per un caso come il suo potrebbe essere sufficiente un bendaggio gastrico videolaparoscopico, che avrebbe il vantaggio della minore aggressività chirurgica e della completa reversibilità.
Tuttavia ogni intervento di chirurgia bariatrica deve essere accuratamente ponderato e selezionato dopo una visita clinica ed un colloquio psicologico che testimoni la compliance del paziente e la sua collaboratività ( stati di obesità sovrapponibili possono essere trattati in modo diametralmente opposto sulla base delle abitudini di vita e dello stato psicologico del paziente).
Io rimango a sua disposizione.
Le segnalo il sito ufficiale della società italiana dei chirurghi bariatrici, di cui io sono Membro = SICOB www.sicob.org