Utente 223XXX
Buongiorno Medicitalia. sono un uomo di 55 anni e controllo periodicamente trigliceridi e acido urico. Con una dieta bilanciata e attività fisica quotidiana riesco a tenere sotto controllo e entro valori normali solo i trigliceridi, mentre per l'acido urico è necessario, secondo il mio medico curante l'assunzione continuativa di compresse "Adenuric" 80 mg che assumo da 15 giorni Recentemente dai controlli è risultato un valore alterato anche per il colesterolo, che tuttavia con una dieta riesco a far abbassare in breve tempo . Diverso il discorso per la glicemia, di cui non ho mai sofferto fino a 15 giorni fa quando da un controllo è risultato a 122, e oggi il valore è sceso a 119 pur avendo seguito una dieta povera di carboidati e zuccheri. In 15 giorni il valore glicemico si sarebbe dovuto abbassare di più? Se può essere utile preciso che in famiglia non ci sono persone sofferenti di diabete. Ritenete che l'assunzioni del farmaco contro l'acido urico possa influire sul valore glicemico? Preciso che ho assunto in questo perido per la cura contro gli acufeni Brainil compresse. Il mio interesse è capire come devo intervenire e se si ritiene necessario un controllo con la Curva da carico con glucosio. Ringrazio i medici che presteranno attenzione alla mia richiesta di consulto. Buona giornata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Eugenio Greco
40% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Dalle Linee Guida "Standard Italiani per la cura del Diabete Mellito - 2009/2010" si evince che i valori di glicemia a digiuno da lei riferiti, confermati da un secondo prelievo, sono da considerarsi meritevoli di attenzione in quanto possono identificare quei soggetti a rischio di diabete e di malattia cardiovascolare.
Le suddette Linee Guida indicano che "Nei soggetti con glicemia a digiuno compresa tra 100‑125 mg/dl (condizione nota anche come alterata glicemia a digiuno o impaired fasting glucose o IFG), soprattutto in presenza di altri fattori di rischio di diabete, può essere utile l’esecuzione del test con carico orale di glucosio per una migliore definizione diagnostica e prognostica del disturbo metabolico. (Livello della prova VI, Forza della raccomandazione C)".
Quindi si consulti con il suo medico curante per una eventuale prescrizione del "Test con carico orale di glucosio" (o curva da carico di glucosio).
Distinti saluti.
[#2] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo dottore la ringrazio per la risposta, è stato molto gentile. Fino a qualche mese fa da ogni controllo il valore della glicemia era sempre nella norma. Il mio medico curante non mi ha ancora consigliato di effettuare la curva da carico, al prossimo incontro chiederò di eseguirla. Lei ritiene che l'assunzione dei farmaci che assumo non possa influire sul valore glicemico? Grazie ancora, buona giornata.
[#3] dopo  
Prof. Eugenio Greco
40% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Per valutare l'effetto sul metabolismo glicidico dei farmaci da lei assunti, si rivolga al suo medico curante.
Distinti saluti.