Utente 220XXX
Gentili dottori,

tornoa a scrivere per chiedere un consiglio su come potermi comportare per quello che riguarda la terapia con cymbalta e i problemi sessuali connessi con la terapia. la diagnosi del psichiatra è stata disturbo bipolare di tipo II, che mi comporta ansia estrema, insonnia e dolore muscolare talora quasi invalidante. Ho provato diversi trattamenti ( BDZ e poi SSRI ) senza successo. ho tantato per una settimana terapia con Remeron 30 mg ma ho grossi problemi di sonnolenza e vertigini ( essendo già ipoteso ). l'unico farmaco che veramente mi fa star bene è la duloxetina 60 mg ( Cymbalata ) accompagnata da 75 mg di pregabalin ( Lyrica ) al mattino e alla sera prima di anadare a letto per il controllo dell'ansia.
terapia ottimale direi, le oscillazioni dell'umore sono praticamente scomparse in qualche giorno...l'unico grande problema ( già esperito in passato ) è l'incapacità di avere un'erezione soddisfacente e ora anche un calo notevole della libido. ne ho parlato con il medico e con il neurologo ( che è anche psichiatra ) e mi ha detto che è normale con l'uso di questi farmaci ma che è importante che io li prenda poichè e sintomi somatici che manifesto tenderanno ad aggravarsi nel tempo se non assumo una terapia di fondo in modo continuativo. In effetti è vero sto meglio con l'umore però vorrei avere anche una vita sessuale normale. il Psichiatra sostiene che l'aspetto sessuale in questo momento è secondario, devo "abituarmi" ai farmaci ma io so per esperienza ( avendolo già provati nel passato ) che l'influenza sulla sfera sessuale su di me è continuativa nel tempo.
esiste a vostro giudizio quache integratore o altro rimedio che io possa seguire perchè possa avere una vita sessuale regolare e porre fine ai miei disagi psichici? temo di abbandonare prima o poi la terapia per il disturbo bipolare ( come già successo ) proprio a causa degli effetti collaterali dei farmaci prescittimi.
ringrazio anicipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente purtroppo l uso di tali farmaci è strettamente connesso con la riduzione della libido, in genere essendo un problema ormonale vanno appunto dosati gli stessi per verificare se esiste un deficit ed eventualmente senno causa disturbi alla terapia di base integrareil testosterone in deficit
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

l'ipotesi di sospendere la terapia psichiatrica deve restare tale, nel senso che deve concordarla con lo specialista.

tuttavia, è giusto porre il quesito sessuologico allo specialista andrologo che può gestire ed eventualmente indicarle anche qualche rimedio farmacologico da "vestire" sul suo caso e sulla sua funzione sessuale, non prima di aver eseguito idonei accertamenti come esami ematici e inquadramento anamnestico.

ne parli direttamente con lo specialista

cordialità
[#3] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
gentile dottore, la ringrazio per la celetre risposta...il psichiatra prima di farmi iniziare la terapia mia ha chiesto delle analisi ormonali...questi i risultati:
FSH: 3.96 mUI/mL
Testosterone totale: 5.06 ng/mL
GH: 1.63 ng/mL
Cortisolo: 12.68 μg/dL
ACTH: 11.7 pg/mL
Lei che ne pensa?
che farebbe nel caso in cui un paziente debba trattare un disturbo bipolare e voglia, come dire, avere anche un vita sessuale " normale"?
ringrazio anticipatamente
[#4] dopo  
Utente 220XXX

Iscritto dal 2011
dimenticavo...ho letto qualcosa a riguardo dell'uso del Periactin come rimedio antagonizzante gli effetti del cymbalta...può essere vero? il mio psichiatra cui ne ho parlato non sa nulla a riguardo.
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
ottimi esami pre -terapia

opportuno-come dicevo- ripeterli adesso che è in cura con i farmaci suddetti....

cordialità
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
come detto dal collega e da me in precedenza gli esami vanno ripetuti in corso di terapia