Utente 224XXX
Gentili Dottori di Medicitalia,
La mia richiesta di informazione riguarda un problema al fegato. La diagnosi è la seguente:

" Fegato: Teatosi. Area di verosimile risparmio in corrispondenza della biforcazione. Calcificazione intraparenchimale lobo destro. Colecisati e milza come di norma. Reni: dimensioni nella norma. Parenchina ben rappresentato. A destra: gruppo da liceale superiore alcuni piccoli gruppi a grappolo come da litiasi. Cisti del terzo medio di circa 35 mm. A sinistra: calcolo di circa 5 mm in corrispondenza del gruppo da liceale superiore. Necessita controllo tra un mese della lesione epatica. "
Qualcuno sa darmi una linea guida su ciò che è stato diagnosticato? Già nel 2003 hanno notato nel lobo destro del fegato una "banda iperocogena di difficile interpretazione".
Io non ho idea di cosa voglia dire, per tale motivo mi ritrovo a chiedere un aiuto. Come è il caso di reagire? Come dobbiamo muoverci al riguardo?
Ringrazio anticipatamente chiunque possa darmi una risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Rodolfo Lanocita
36% attività
0% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
nel reperto della sua ecografia non vi sono indicati rilievi gravi. La "lesione" da ricontrollare, in assenza di una storia personale di tipo oncologico è con grande probabilità una zona del fegato con minor contenuto di grasso (approfitto per segnalarle che in considerazione della sua età e del suo peso sarebbe conveniente intraprendere un percorso che la porti a dimagrire).
La cisti ed i piccoli calcoli renali non necessitano di trattamento alcuno, ne parli comunque con il suo Curante.

Cordialità,