Utente 204XXX
Salve,
Ho 32 anni, peso 85 kg e sono alto 1,70.
dai primi dello scorso mese di Luglio sono in cura da uno psichiatra per problemi di ansia e depressione.
purtroppo la cura inizialmente non ha sortito gli effetti sperati; tant'è che da circa due settimane ho iniziato una nuova cura (prendo ben 3 farmaci diversi: fevarin, nozinan e depachin).
specialmente negli ultimi giorni mi sono accorto di avere il battito accellerato a riposo: tra gli 85/95 distesto mentre seduto o in piedi vado poco oltre i 100 battiti al minuto.
il mio medico di famiglia mi ha detto di stare tranquillo perché le palpitazioni ed il battito accellerato sono il frutto del mio stato psicologico e dei farmaci che assumo.
Qualche giorno fa ho fatto anche la visita medico sportiva con elettrocardiogramma a riposo e sotto sforzo, che è andata bene (il medico mi ha detto che avevo i battiti un pochetto accellerati ma niente di cui preoccuparsi).
Siccome però sono ansioso e l'ipocondria è uno dei miei disturbi sono andato in crisi e mi misuro i battiti ogni secondo.
Devo preoccuparmi? avrei bisogno di un parere sul da farsi.
grazie davveo!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Sarebbe consigliabile eseguire un ECG Holter che possa documentare la Sua attività cardiaca nel corso di 24 ore. In tal modo, qualora si confermasse la presenza di tachicardia inadeguata, si potrà stabilire l'eventuale necessità di terapia specifica (che allo stato mi sembra comunque improbabile).
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio infinitamente per la sua risposta.
posso solamente chiederle che tipo di terapie sono previste in caso di tachicardia inadeguata?
grazie ancora!"
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Vi sono svariate categorie di farmaci che possono essere vantaggiosamente utilizzati nel trattamento di tachicardie inadeguate. La scelta del farmaco da usare avviene dopo l'attenta valutazione dell' ECG Holter, che appunto permette di evidenziare il tipo di tachicardia, la sua modalità di insorgenza, la variazione oraria della frequenza cardiaca, la sua correlazione con le varie attività della giornata, l'eventuale sovrapposizione di aritmie, e molti altri parametri.
E' quindi prematuro ed inutile (e forse controproducente in caso di pazienti ansiosi come Lei) parlare di terapia senza prima giungere ad una diagnosi.
Cordiali saluti