test  hpv  
 
Utente 226XXX
La mia compagna si è sottoposta al test del HPV ed è risultata positiva al ceppo 35 e 52 , Premetto che il test era stato fatto perchè gli era stata diagnosticata, una "piaghetta" che, dopo il risultato del test, il suo ginecologo gli ha eliminato con il laser. Lo stesso ginecologo gli ha consigliato di far controllare anche me e di evitare rapporti non protetti. A questo punto vi chiedo:
cosa devo fare? a chi devo rivolgermi ? che consegunze hanno su di me questi ceppi? sono malattie veneree? posso infettarla di nuovo?
Da una ispezione, fatta da me, il mio pene non presenta alcuna anomalia, mi sembra che sia tutto normale colore, pelle liscia ecc..
Spero di essere stato chiaro e confido in una Vostra cortese risposta.
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
[#2] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
direi che la visita dermatologica è imprescindibile per valutare se ci sono delle alterazioni da HPV a carico dei suoi organi genitali esterni. fatto ciò il dermatologo effettuaerà (si spera) una penescopìa per vedere l'eventuale presenza di lesioni aceto reattive e le valuterà ed, a quel punto, avrà inquadrato la cosa.
In base a ciò che vedrà, le darà, o meno , la terapia.
Le prescriverà anche dei controlli periodici e, come già consigliato, l'utilizzo del profilattico, che va effettuato per tutta la durata del rapporto e per tutti i tipi di rapporto.
Per HPV, infine, come per tutte le altre malattie sessualmente trasmesse, vale la regola del contagio a "ping-pong", cioè vanno trattati entrambi i partner per evitare che si ricontagino la patologia.

saluti
[#3] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera,
vi ringrazio per la vostra risposta ma è possibile sapere qualcosa in più rispetto ai ceppi 35 e 52 ho letto anche dai vostri articoli che quelli responsabili dei condilomi sono altri, o sbaglio? questi che conseguenze possono avere su di me?
Inoltre alla mia compagna dopo il trattamento con il laser è guarita? Mi spiego meglio, il virus è stato debbellato? Deve fare altre cure ? secondo il suo ginecologo deve soltanto controllarsi ogni tanto. Ma il virus mica è sparito? Quindi saremo destinati in eterno a farlo con il preservativo? Scusate la banalità forse delle domande ma da quello che leggo e quello che mi dicono i medici ho capito forse che il virus non può essere debbellato ma si può controllare o forse non ho capito molto scusate la confusione e grazie per la vostra attenzione
[#4] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
forse dagli articoli non si evince bene, ma occorre metter in evidenza che, in teoria, qualsiasi ceppo può localizzarsi a livello genitale, sia di cute che di mucose. Certe affermazioni fatte dipendono dalla frequenza statistica di alcuni ceppi rispetto ad altri. Sicuramente, però, in presenza di situazioni immunologicamente favorevoli, qualsiasi ceppo virale può òlocalizzarsi a livello genitale, dando una malattia che andrebbe chiamata HPV genitale, piuttosto che condilomi, che sono solo una tra le varie forme cliniche con cui tale infezione si manifesta.
Sulla scomparsa del virus è difficile dire. Sebbene la cosa non sia certo impossibile, è vero che è anche possibile che la sequenza di DNA virale rimanga "nascosta" in alcune cellule, pur senza dare malattia. E' il rischio di molte malattie virali, si intende. Ma questo, quando accade, non lo sappiamo. E', da un punto di vista operativo, utile fare controlli periodici. Ciò non significa che dovrete fare del sesso protetto per sempre. Io, in genere mi comporto così: rapporti protetti per almeno 1 anno da quando non c'è più manifestazione clinica di HPV. Evidentemente, però, i controlli periodici continueranno.
Sperando di avere, almeno in parte chiarito i suoi dubbi,

Saluti