Utente 226XXX
Buongiorno,

sono uno studente italiano all'estero e mi trovo a Losanna per motivi di studi.

Da circa 2 settimane avverto dolori alla punta del pene, meato arrossato e bruciore al momento della minzione, senza però perdite né secrezioni. Dopo una settimana dall'insorgere del problema, mi sono recato all'ospedale universitario cantonale (il più attrezzato in zona). In questa sede mi hanno prescritto stick dell'urina, urinocultura e stick dell'uretra. Nell'attesa dei risultati, il medico mi ha prescritto Zytromax 1g in dose unica e Cephoral 400 DT in dose unica, come terapia preventiva. Il medico sospettava un'infezione delle vie urinarie, forse un'uretrite.Ha anche tastato la prostata ed é risultato tutto ok, nessun dolore.

Dopo 4 giorni sono tornato per vedere i risultati degli esami: TUTTO NEGATIVO. L'urinocultura non ha evidenziato la presenza di batteri, tuttavia c'era sangue nelle urine (probabilemente dovuta ad un'infezione alla vie urinarie).

Purtroppo però i sintomi con gli antibiotici si sono attenutati ma non scomparsii. Mi sveglio puntualmente durante la notte in preda a dolori atroci al meato, che à rosso e infiammato.
In seguito, per circa 3 giorni ho provado (di mia iniziativa) uno shampoo antimicotico (Lur shampoo), senza però nessun risultato.

Ho una ragazza fissa con cui sto insieme da circa 2 anni. I rapporti sono senza protezione, tuttavia un mese prima dell'avvento di questo problema abbiamo usato il preservativo in quanto lei aveva dimenticato la pillola. Lei non avverte nessun sintomo, né segnali o dolori anomali.

Ora il mio dilemma é: che cosa può essere, visto che la dose di antibiotici che ho preso esclude la maggior parte delle infezione batteriche (chlamydia, gonorrea, ecc.) e visto che non é un fungo perché lo shampoo antimicotico non ha dato effetti?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il fatto gentile utente e' che le BALANOPOSTITI non sono solo infettive ( http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=15 ) quindi cerchi di determinarsi con l'esperto Dermovenereologo per aggiornare la situazione.

Saluti a lei.
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it