Utente 226XXX
Salve
Ho effettuato delle visite andrologiche per problematiche di deficit erettivo,ho effettuato gli esami del sangue che pur essendo un'pò bassi sono comunque nei limiti,quindi i miei problemi sono credo esclusivamente di natura psicologica( possono incidere anche un leggero sovrappeso?colesterolo tendente all'alto?fegato ingrossato?poca attività sportiva escludendo il lavoro?)
L'andrologo mi ha prescritto il cialis da 5mg che prendo ormai da 6 mesi con buoni risultati,domanda,devo prenderlo per tutta la vita?Vorrei evitare di diventare psicologicamente dipendente dal farmaco per avere un rapporto sessuale.Una cura ormonale per alzare i livelli non altissimi o una via psicologica potrebbe essere utile?Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

leggero sovrappeso, colesterolo tendente all'alto, fegato ingrossato e poca attività sportiva sono tutti fattori di rischio, non psicologico, nel favorire il suo problema.

Vista la risposta terapeutica positiva con il vasodilatatore risentirei il suo andrologo per meglio definire la causa o le cause del suo particolare problema sessuale.

Sarà lui che le indicherà poi gli eventuali cambi terapeutici.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Già fatto......i fattori elencati sono stati ritenuti secondari e da me già parzialmente risolti,il problema principale è stato ritenuto quello psicologico,in effetti sono sicuro che la diagnosi sia giusta,anche la cura mi è sembrata efficace......vorrei sapere per quanto tempo si può prendere il cialis 5mg(mesi?anni?),come dicevo già prima,non vorrei diventare psicologicamente dipendente dal farmaco per avere un rapporto sessuale!!
Visto che il fattore psicologico è il problema principale,oltre al farmaco sarebbe fattibile una via psicosessuologa? o magari anche una cura ormonale anche se i valori erano nei limiti,bassi,ma nei limiti?grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

forse non ha letto attentamente le linee guida per chiedere un consulto ma, da questa postazione, nessuna indicazione terapeutica possiamo darle perché non conosciamo la sua reale storia clinica e perché non si è potuto valutare in diretta il suo reale problema.

Quindi niente cure ormonali od altro possiamo indicarle ma sicuramente una attenta valutazione psico-sessuologica potrebbe esserle di molto aiuto, viste le premesse da lei fatte.

Nel frattempo le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Ancora un cordiale saluto.



Un cordiale saluto.

[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

solo il suo specialista di riferimento è in grado di consigliarla per una terapia ormonale o meno. Se ha effettuato "delle visite andrologiche" proceda come le hanno indicato, visto i brillanti risultati raggiunti.

Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Ho letto le linee guida e nessun esame di quelli elencati, a parte quelli ormonali,mi sono stati prescritti(esami nei limiti,un'pò bassi,ma comunque nei limiti.......cure ormonali sconsigliate perchè molto lunghe e pesanti......mah!!!!)
Mi è stato detto che la mia problematica maggiore è di natura psicologica(ne sono convinto anch'io!9e,in parte minore il leggero sovrappeso,colesterolo tendente all'alto,fegato ingrossato e poca attività sportiva a parte quella lavorativa(fattori a cui sto lavorando personalmente)
Mi è stato prescritto il cialis 5mg che assumo ormai da 6 mesi con cui ho raggiunto buoni risultati,il problema che vorrei sottolineare è il fatto che se dovessi smettere con il farmaco, sicuramente,come già sucesso,le problematiche si ripresenterebbero come prima.........devo dipendere tutta la vita dal cialis 5mg e diventare psicologicamente dipendente dal farmaco?visto che è una problematica prettamente psicologica insieme al farmaco non sarebbe opportuno risolvere la problematica realmente con una via psicosessuologa?Grazie
[#6] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

se ha questi dubbi consulti il suo specialista andrologo che conosce meglio di noi la sua storia clinica, ed insieme valutate se è il caso, di procedere per un consulto dal sessuologo.

Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

le sue osservazioni sul suo problema clinico possono essere condivise ma ora bisogna riparlarne in diretta con il suo andrologo.

Un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Il mio andrologo dice al momento di insistere solo con il cialis 5mg(ormai sono più di 6 mesi che lo prendo), anche sotto mia precisa richiesta di terapie alternative,ma io voglio assolutamente affiancare al farmaco una terapia sessuologa per evitare di diventare psicologicamente schiavo dal cialis......potete gentilmente consigliarmi uno specialista per un consulto sessuologo zona Milano e hinterland o Legnano
Grazie
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non è questa la sede per dare tali informazioni particolari e personali.

Senta ora il suo medico di fiducia, il suo andrologo e poi anche il nostro sito, in altre sue sezioni, la può eventualmente aiutare.

Ancora un cordiale saluto.
[#10] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
le allego un mio articolo contenente un lavoro inerente proprio le sue perplessità sull'argomento.
cari saluti

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologica-dalla-terapia-orale-per-il-deficit-erettivo
[#11] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Parlo per esperienza personale altrimenti non avrei mai cercato terapie alternative......quest'estate per problemi di reperibilità sono rimasto senza cialis 5mg x una settimana,il primo giorno nessun problema,i giorni seguenti purtroppo non sono stati semplici!!
A mio avviso una terapia seria sarebbe quella di affiancare alla cura farmacologica una terapia sessuologa che aiuti il paziente nel tempo a distaccarsi gradualmente dal farmaco e risolvere definitivamente i problemi psicologici...........ma purtroppo non è facile,insisto con il mio andrologo per una terapia sessuologa ma l'unica risposta che ho è quella di continuare con il cialis 5mg,ormai siamo a più di 6 mesi........forse perchè una buona terapia sessuologa per lui vorrebbe dire perdere un paziente??
[#12] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il cialis è un vasodilatatore con azione specifica per le arterie del pene.
prescrivere una terapia con cialis senza aver verificato le condizioni circolatorie potrebbe essere ritenuto imprprio ma, se funziona, allora vuol dire che parte del suo problema sicuramente era basato su fattori circolatori magari "appesantito" da uno stato di ansia, mancata certezza del fenomeno erettile....
dovrebbe valutare la sua vita sessuale la frequenza dei suoi rapporti per decidere se e quandio sia opportuno assumere il cialis
cari saluti
[#13] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Mi trovo in perfetta sintonia con quanto da lei scritto.
Gli esseri umani non andrebbero "parcellizzati" in base agli organi compromessi, ma valutare di volta in volta cosa è più utile per loro, nel rispetto della loro unicità.
Il mio lavoro scientifico presentato al congresso della SIA( sociatà italiana di andrologia), sta a dimostrare proprio questo.
La sfera della sessualità è talmente dipendente da altre sfere, che scinderla e pensare di renderla funzionante e funzionale con il solo ausilio farmacologico, è vano e riduttivo, a volte la situazione miracolosamnete si sblocca, ma spesso il corpo tende a ripetere il copione disfunzionale pregresso.
Saluti cari.
[#14] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

non sono in grado di rispondere alla sua domanda " .........per lui vorrebbe dire perdere un paziente??" Tuttavia, se il suo dubbio è questo non vedo la difficoltà di andare a consultarsi direttamente da un sessuologo.

Cordialità
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

è brutto dirlo ma, quando si perde la fiducia nel medico che fino ad ora la seguita, è bene valutare l'opportunità di consultare altra figura di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.