Utente 226XXX
Salve, ho 27 anni e ieri ho ricevuto i risultati dello spermiogramma. in attesa di consultare il medico vorrei chiedere delle delucidazioni sul risultato dello spermiogramma, visto che sul foglio sono riportati solo alcuni dei valori normali da confrontare con i miei:
astinenza giorni: 5
coagulazione: presente
liquefazione a 30': completa
viscosità: Normale
Colore: Opalescente
Volume (ml) 2,8
filanza (mm) 0
ph 7,8
Conteggio degli elementi cellulari:
spermatozoi: 120.000.000 / ml
numero totale di spermatozoi 336.000
cellule rotonde 2.000.000 /ml
Leucociti: 1.000.000

Esame a fresco: valutazione della motilità (dopo 1 ora)
motilità progressiva 40%
motilità totale 75%

ESAME MORFOLOGICO SU STRISCIO COLORATO
forme tipiche 15%
forme atipiche 85%

VALORI DI RIFERIMENTO OMS 2010

segue una tabella con riportati il quinto il cinquantesimo e il 95 esimo percentile... con valori uguali a quelli del quinto percentile solo il 5% degli uomini concepisce...ho notato che i miei valori si aggirano intorno a quelli del cinquantesimo percentile; ciò significa che non è uno spermiogramma buono e soltanto il 50% degli uomini con questi valori concepisce?
grazie


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,lo spermiogramma offre unicamente una proiezione statistica del potenziale di feritlita' di un maschio,che va correlato con la diagnosi ginecologica e soprattutto con la diagnosi andrologica.E' stato mai visitato da un andrologo?Da quanto tempo sta cercando figli (se li sta cercando...).Comunque,Le consiglio di ripetere il medesimo presso un laboratorio certificato.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Essere al 50 percentile significa che su 100 uomini 50 hanno una spemiogramma peggiore del suo e 50 migliore del suo. I suoi parametri secondo WHO 2010 è nella norma .

Distinti saluti
[#3] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
quindi si può dire che il mio spermiogramma è normale e dovrei riuscire ad avere figli (sempre dipendendo dalla situazione ginecologica della mia compagna..)?? in verità ho eseguito lo spermiogramma non perchè stia tentando di avere figli, almeno per il momento, ma per "opportunità" visto che ho dovuto eseguire una coltura del liquido seminale per una sospetta prostatite. Ne approfitto della vostra gentilezza: l'esito della coltura è stato negativo, emocromo nella norma, hiv negativo, vdrl e tpha negativo, urinocoltura negativa.
sintomi: nella prima settimana forte bruciore alla minzione e dolori all'inguine, come se avessi passato parecchio tempo in bicicletta.
Il giorno della visita dall'urologo avevo già fatto l'urinocoltura: negativa.
l'urologo non ha trovato niente (ha toccato la prostata attraverso il retto e non ho sentito dolore) e mi ha detto che probabilmente era solo un'infiammazione che stava passando e di prendere un anti infiammatorio
dopo 3 giorni i sintomi peggiorano:diminuisce il bruciore ma compare un forte prurito sull glande e sulla zona anale, sullo scroto, a volte sento la sensazione che mi venga appoggiato un piccolo oggetto di metallo caldo sullo scroto.scompare l'erezione al risveglio e ho una moderata difficoltà di erezione e forte difficolta ad urinare linfonodi inguinali gonfi. Il medico mi dice che sono sintomi di una prostatite e mi prescrive emocromo e esame colturale del liquido seminale e mi ha detto di non prendere medicinali per aspettare l'esito dell'eventuale antibiogramma. 2 giorni prima del ritiro dell'esame colturale un linfonodo mi faceva proprio male, perciò mi ha somministrato 1 dose da 1 g di rocefin al giorno ed effettivamente i sintomi sono leggermente diminuiti. Nonostante l'esito negativo degli esami sto continuando a prendere il rocefin e seppur lentamente sto migliorando, anche se i linfonodi continuano gonfi e noto una difficoltà di erezione. Stamattina mi sono svegliato sempre con quella sensazione all'inguine come se fossi andato in bicicletta, ma il prurito è leggermente diminuito. Mi consigliate di continuare con l'antibiotico? potrebbe essere una prostatite acuta data da qualche parassita, magari un protozoo? i primi sintomi sono comparsi dopo 4 giorni che sono tornato in italia dopo un lungo viaggio in sud america.
vi ringrazio e mi scuso se le mie descrizioni sono state confuse
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...da questa postazione non e' possibile esprimersi ma la negativita' degli esami colturali e la profilassi antibiotica dovrebbero indurLa a mantenere un ottimistica calma e seguire le indicazioni dello specialista di riferimento.Cordialita'.
[#5] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille Dottore...io avevo il dubbio che fosse insensata la terapia antibiotica vista la negatività degli esami. Ma visto che sto lentamente migliorando sto continuando la terapia. Il medico mi ha consigliato di risentirci dopo una settimana di antibiotico e se le cose non dovessero risolversi mi avrebbe indirizzato ad un esperto in malattie infettive. Concorda? Potrebbe essere un'infezione batterica nonostante la negatività degli esami colturali?la ringrazio nuovamente per la disponibilità e la gentilezza
[#6] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
magari sbagliando, ma io addirittura speravo in un'esito positivo dell'esame colturale del liquido seminale, in modo tale da avere le idee più chiare sul problema che mi affligge e di risolverlo con un antibiotico mirato. l'esito negativo mi lascia un po' confuso su quale sia il problema...certo è che i linfonodi sono gonfi! spero inoltre che l'erezione torni alla normalità una volta risolto il problema!
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...vedra' che con un po' di pazienza ritrovera' il benessere,anche perche' non c'e' una relazione tra gli aspetti sessuologici e quelli prostatici,almeno quelli che riferisce...Cordialita'.