Utente 161XXX
Buongiorno,

la notte del 4 novembre dopo una grossa delusione amorosa ho passato una notte brava con gli amici. Dopo aver alzato un pò il gomito abbiamo finito la serata con delle prostitute in strada.

Partendo dal fatto che sono un ragazzo paranoico e molto ansioso per qualsiasi cosa di ogni tipo, io da quel giorno diciamo che vivo con una costante ansia di aver contratto qualche malattia, quella a cui penso di più è l'hiv.

In poche parole quella stessa sera una prostituta mi ha fatto del sesso orale protetto, durato poco più di 2 minuti. Quello che mi preoccupa è che è stato usato un preservativo fornito da lei di ignota origine e mi ha pulito con un suo fazzoletto sempre di mia ignota origine.

Per di più la stessa sera mi ero depilato il pube, come è normale che sia si potrebbero essere formate delle microlesioni in cui è andato il virus.


In questi giorni mi sono comparsi dolori al basso ventre, alla colicistre (zona sottostante alle costole della parte dx quindi credo coliciste), dolori generali alle costole soprattutto nella parte sx, diarrea, continua sonnolenza(questa comparsa solo da ieri).

Volevo sapere se tutto ciò era riconducibile alla sindrome hiv?

E soprattutto dopo quanto posso arrivare i sintomi da contagio hiv?

Io so di non aver compiuto certo una buona azione, ma la capacita di intendere e volere era veramente minima, però la delusione è stata tanta e in maniera idiota ho reagito così, le azioni non si cancellano e il tempo indietro non torna, adesso devo solo fare i conti con me stesso, intanto gradirei un vs aiuto se possibile.

Grazie di cuore
[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Nella prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, l'alterazione dello stato di coscienza è uno dei nemici da combattere;

direi che i sntomi che descrive e i tempi oltreché i modi del presunto contagio, sono sicuramente a suo favore per ciò che riguarda una potenziale sieroconversione HIV, ma stia molto più attento per il futuro; in caso di ulteriori dubbi contatti il dermovenereologo.

saluti
[#2] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dottoressa,

ma quindi lei mi sta dicendo che è a mio favore non aver contratto il virus giusto?

per il futuro non c'è da essere più attenti perchè quella è stata e sarà l'unica volta.

Lei comunque mi consiglia di fare il test? PErchè comunque io ho questi dolori al basso ventre che mi fanno star male davvero.


grazie
[#3] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
In più dottoressa volevo sapere se era possibile effettuare il test in assoluta riservatezza e anonimato poichè se mio padrea sapesse una cosa del genere mi butterebbe fuori casa togliendomi il saluto.

grazie