Utente 230XXX
Buona sera..stanotte ho avuto un forte mal di testa pulsante e alle 6 di mattina ho preso un antidolorifico e il dolore è diminuito ma non è passato. Ho misurato la pressione piu volte durante la giornata e i valori erano intorno a 80 la minima e 130 la massima.. soffro spesso di mal di testa e perdita di sangue dal naso solo dalla narice sinistra.. Ho 53 anni, dalle ultime analisi è risultato il colesterolo totale a 204, l'hdl 38 e i trigliceridi 186...nella mia famigia ci sono stati casi di ictus (mia madre e i suoi genitori)..il mal di testa può essere collegato a sbalzi di pressione?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La cefalea in corso di crisi ipertensiva è descritta , ma per valori estremamente elevati ( maggiori di 200/100 mmHg). Inoltre la epistassi non ha niente a che vedere con i valori pressori.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
e i valori del colesterolo?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Neppure i valori della sua colesterolemia mi paiono preoccupanti.
arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
ma uno sbalzo di pressione, anche se una persona ha la pressione sempre normale, può portare mal di testa?
[#5] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
alle risposte fornite dal Cardiologo che sta seguendo la sua richiesta (che io stesso ho provveduto a spostare in questa sezione ritenendola più idonea), volevo fare 2 precisazioni:
- La pressione arteriosa che lei ha, e che sembrerebbe, da come la descrive, SUA, in media, è buona-ottima.
- Se lei pensa che in qualche modo il suo mal di testa, e le epistassi, possano essere correlate a sbalzi di pressione (verso l'alto ovviamente), può provare a misurare la pressione in quell'istante, se dispone di uno sfigmomanometro, oppure potrebbe, se questi mal di testa ultimamente si presentano con frequenza giornaliera, farsi prescrivere un ABPM dal suo Medico di famiglia, ossia, in gergo più terra-terra, un Holter Pressorio delle 24 ore che, a seconda di come viene tarato, le misura la pressione ogni ora, mezzora o quarto d'ora. Dalle rilevazioni delle 24 ore, se lei annoterà gli episodi di mal di testa che ha avvertito, si potrà capire se sono in qualche modo correlati alla pressione oppure no.
Ci faccia sapere, saluti.
[#6] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
no i mal di testa non si presentano in maniera giornaliera
[#7] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
se si presentano in maniera settimanale o mensile allora dovrebbe, specie se si verificano in casa, avere uno sfigmomanometro (strumento per misurare la pressione) anche elettrico purche a braccio e non a polso, con cui misurare la pressione ed avere un pronto riscontro.
Saluti.
[#8] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Per quanto riguarda gli esami del sangue:
COLESTEROLO TOTALE 204
COLESTEROLO HDL 38
TRIGLICERIDI 186
vorrei sapere se i valori sono alterati
[#9] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
le aveva già risposto il mio Collega.
ad ogni modo posso aggiungere che è un pochino fuori range il valore dei trigliceridi (che può essere corretto agevolmente diminuendo l'introito alimentare di zuccheri).
Gli altri vanno abbastanza bene.
Manca il Colesterolo LDL che, in base ad opportuni calcoli (secondo Formula di Friedwald) si aggira sul valore di 129-130 mg/dl.

E' un valore che, se lei non presenta fattori di rischio associati (per es. malattie cardiovascolari, diabete, ipertensione accertata, familiarità, fumo di sigaretta) può essere accettabile, anche se recenti studi stanno abbassando la soglia di "tolleranza" prima a 100 e ora a 70 mg/dl.
Ovvero: più sono bassi, meno c'è la possibilità (cmq già non molto alta) di avere conseguenze. Controlli la pressione come le ho spiegato, faccia una dieta glucidica e ricontrolli a distanza di 2 mesi questi valori. E stiamo a vedere. Saluti.
[#10] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Mia madre ha avuto un ictus a causa di un'ipertensione dovuta a insufficienza renale e anche i suoi genitori..volevo sapere se questo può essere un fattore di rischio dati i miei valori
[#11] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Se lo ha avuto in età giovane (sotto i 70 anni) e in condizioni di relativo benessere può costituire un fattore di rischio (che però non deve allarmarla ma solo metterla un pò più in guardia.
Se invece lo ha ipoteticamente avuto in età molto avanzata, con altre patologie concomitanti come la fibrillazione atriale per esempio, allora la cosa è molto meno preoccupante.
[#12] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I nitrati sono molto indicati, se il paziente fosse anche tachicardico l impiego dei beta bloccanti è rapido e sicuro, anche per os.
Un caro saluto
Cecchini
[#13] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Cosa sono i nitrati e per cosa sono indicati?
[#14] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi scusi signora, era una discussione "dietro le quinte" con i Colleghi, ma ho premuto il pulsante sbagliato ed è stata pubblicata per sbaglio.
Arrivederci e mi scusi
Cecchini