Utente 942XXX
Gentili medici, da circa 6 mesi ho degli sbalzi di pressione abbastanza consistenti. Capita che mi misuri la pressione ed abbia dei valori molto elevati ad esempio 160/100. Poi la ricontrollo dopo un minuto e magari scende a 120/85. Questo succede sia nelle misurazione fatte nell’ambulatorio del medico di base e sia nella tranquillità di casa mia.
Recentemente ho fatto l’holter pressorio sulle 24 ore che sostanzialmente ha confermato che durante la giornata ho dei picchi ipertensivi (ho raggiunto il picco di 166/121).
Elenco di seguito i risultati dell’esame che complessivamente danno dei valori medi nei limiti della norma.
- sistolica media durante la veglia: 133 (il 49% delle misurazioni > di 135) diastolica: 83 (il 52% delle misurazioni > di 85)
- sistolica media durante le ore di sonno: 100 (il 4% delle misurazioni > di 120) diastolica: 55 (il 4% delle misurazioni > di 70)
- sistolica media durante nelle 24 ore: 123 (il 48% delle misurazioni > di 130) diastolica: 75 (il 54% delle misurazioni > di 80)
Curva circadiana conservata.
Nel 2010 ho avuto un probabile episodio di TIA, con ricovero ospedaliero dove tutti gli esami neurologici e cardiaci diedero esito negativo, anche se scoprii di avere il forame ovale pervio e per questo da allora assumo quotidianamente una compressa di ascriptin. Per il resto non fumo, non bevo, faccio molto sport (10 km di corsa 3 volte alla settimana, più palestra), ho un carattere abbastanza emotivo e nell’ultimo anno ho vissuto parecchie situazioni estremamente stressanti, che mi hanno decisamente prostrato.
Volevo sapere quali esami dovrei fare per accertare di non aver subito danni ai vari organi e soprattutto capire se sia consigliabile iniziare una terapia farmacologica, anche se immagino che non sia semplice trovare un farmaco che mi eviti i picchi e che contestualmente non mi abbassi troppo la pressione quando è su livelli normali.
Con l’occasione porgo cordiali saluti ed auguro a tutti un felice anno.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Gentile Signore
i valori riscontrati al monitoraggio 24 ore sono da considerare ancora normali, tuttavia avendo avuto un probabile TIA le consiglierei di eseguire i seguenti esami (ecocardiografia, fundus oculi, microalbuminuria, quadro lipidico , glicemia, renina aldosterone, metanefrine urinarie) e di rivolgersi quindi ad uno specialista per valutare una possibile blanda terapia antiipertensiva.
Continui a fare attivita' fisica che aiuta a ridurre i valori pressori ricordandosi di evitare gli sforzi isometrici
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 942XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la gentile risposta, buona giornata.