Utente 118XXX

Buona sera dottori, sono un ragazzo di 26 anni .
Due anni e mezzo fa sono stato operato per una coartazione e aneurisma ( 38mm) post coartazione all'arco aortico.
L'ultima RM, 10 mesi fa, è la seguente:
Obbiettività aortica toracica immodificata rispetto al precedente controllo del 03/09/2010, in particolare invariata la canalizzazione dell’emiarco aortico sn e del terzo superiore dell’aorta toracica discedentein esiti di resezione dei noti tratto coartato ed aneurisma a valle ed interposizione di tubo in Dacron.
Pervietà anche dell’arteria succlavia sn fino al terzo medio visualizzato,inginocchiata in sede prossimale,reimpiantata sulla protesi aortica con interposizione di tubo in Dacron, con reperto invariato rispetto all’indagine di riferimento.
Aspetto Ipoplasico dell’intero asse carotideo e dell’arteria vertebrale di sn, immodificato.
La sequenza TOF non evidenzia flusso invertito dell’arteria vertebrale di sn
Stenosi sub-ostruttiva del tripode celiaco all’origine,verosimilmente determinata da compressione estrinseca da parte del legamento arcuato del diaframma, immodificata rispetto all’indagine di riferimento sopracitata.

Per controllare la stenosi ho eseguito un ecocolordoppler addominale:

Regolare il calibro e velocimetria doppler dell'aorta addominale.
Nei limiti il calibro e la velocimetria doppler dell'arteria mesenterica superiore.
2m/s-, con lieve ectasia post stenotica ;
Regolare il tracciato velocimetro dell'arteria splenica -1,1m/s e dell'arteria epatica -1 m/s.

Il cardiologo mi ha detto di non preoccuparmi perche è' un riscontro frequente il pimnzamento del tripode celiaco dal legamento arcuato;Ha significato se sono presenti sintomi clinici, dolori addominali in digestione e in posizione supina e visto che io non ho questi problemi posso stare tranquillo.

Dopo questa Rm mi è stata consigliato utilizzare cardioaspirina 100mg a vita in modo da impedire che si formino ostacoli in un vaso sanguigno già di calibro ridotto.

TRe mesi fà, durante una visita , il card., tramite l'eco ha scoperto che ho una Ectasia lieve della radice aortica in relazione all’età e alla superficie corporea( 185cm per 78 kg) : AR osservato 38,5mm, ARR1.22, z score 2.85.
Holter pressorio delle 24 ore:
Il tracciato mostra la presenza di una pressione arteriosa normale con ritmo circadiano conservato.
-Intero periodo : 122/66mmhg
-Giorno: 128/ 71 mmhg
- Notte : 109/56 mmhg

Non ricordo se L'holter pressorio mi è stato fatto al braccio destro ( dove ho sempre la pressione sistolica più alta) o al braccio sinistro.
In seguito mi hanno consigliato l'assunzione di Losartan ( iniziare con 25mg aumentabile) a scopo preventivo e "curativo" sulla parete vascolare, vista la lieve ectasia .
Le mie preoccupazioni sono relative all'uso prolungato di questi due farmaci, secondo voi sono realmente necessari ?? Ho paura di " danneggiarmi" piano piano.Ho letto che la cardio con il tempo danneggia gravemente lo stomaco.
Ringraziandovi porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

nella prescrizione di terapia farmacologica si deve sempre effettuare un'analisi della bilancia rischio/beneficio.

Nel Suo caso il collega cardiologo che l'ha valutata ha ritenuto opportuno alla luce dei dati clinici e strumentali prescriverle in prevenzione primaria questi due farmaci, sicuramente adatti nella sua situazione.

Per prevenire eventuali disturbi gastrici da cardioaspirina, si ricordi di assumerla sempre a stomaco pieno e di ipotizzare, in accordo con il suo medico di famiglia, l'assunzione di un protettore gastrico.
[#2] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Buon giorno dottore, grazie mille per la cortese risposta.

Il cardiologo mi consigliò di utilizzare il gastroprotettore ad intervalli ( 3 settimane di utilizzo ogni 3 mesi). Il mio medico di base mi ha però sconsigliato l'utilizzo in quanto, secondo lui, troppo giovane per l'assunzione del gastroprotettore.
Attualmente ( circa un anno e mezzo ) sto utilizzando acido acetilsalicilico 100mg dopo pranzo ma sono abbastanza preoccupato per il futuro. Anche perchè sarò giovane per l'assunzione del gastroprotettore ma , credo, anche molto giovane per l'assunzione di acido acetilsalicilico.
Leggo e sento spesso di persone che dopo qualche anno di utilizzo si ritrovane con problemi molto seri( gastriti, ulcere ecc) e non vorrei proprio trovarmi in quella situazione.

Quello che mi chiedo è se posso assumere un quantitativo inferiore a 100mg in quanto il mio problema non riguarda direttamente il cuore ma i vasi.E' possibile????

Per quanto riguarda il losartan ( attualmente assumo 25mg alla sera a stomaco vuoto)) mi ha spiegato il cardiologo e un Nefrologo( di questo sito) di effettuare esami completi ai reni per costatare il regolare funzionamento.

Ringraziandola tanto per la sua professionalità porgo
cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

vi è sostanzialmente pari efficacia e pari effetti collaterali tra il dosaggio di 75 mg (minimo in commercio) e quello di 100 mg.

la funzionalità renale deve entrare tra le analisi di routine che effettua con cadenza almeno semestrale.
[#4] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Buon giorno dottore, mi scusi se la disturbo continuamente, ma volevo chiederle se in commercio ci sono farmaci che hanno circa pari efficacia CON MINOR RISCHIO ( ticlopidina o il clopidogrel ecc) oppure un farmaco che abbini l'efficacia della cardiospirina e del losartan???
Qualsiasi consiglio mi sarà utilissimo...
Ringraziandola per la sua grande professionalità ,porgo
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

Alcune considerazioni:

1) Non esistono associazioni tra antiaggreganti e sartani.

2) Il clopidogrel ha un'azione gastrolesiva diretta minore rispetto all'acido acetilsalicilico, ma in prevenzione primaria non vi è indicazione alla prescrizione.
[#6] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Buona sera dottore, grazie per i suoi continui ed esaurienti consigli.
Oggi ho avuto una visita dal mio medico di base che mi ha ribadito la sua posizione sull'uso dei gastroprotettori ( pantroprazolo, omeprazolo) . Mi ha detto che sono troppo giovane per iniziare un trattamento a vita con uno di questi medicinali anche visto che, attualmente, non ho disturbi allo stomaco. Tuttavia mi ha consigliato l'uso giornaliero, per evitare qualsiasi problema , di GASTROGEL una bustina la sera prima di andare a coricarsi. A suo avviso questo medicinale è più " leggero" dei sovracitati e permette un uso prolungato.
L'unica cosa è che, ho letto, che il medicinale "affatica" un pò i reni e visto che sto assumendo anche il Losartan non vorrei avere dei problemi.
Lei cosa ne pensa???
Ringraziandola per la sua grande serietà porgo
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

il profilo di rischio è estremamente basso. Stia tranquillo e resti sotto controllo medico.
[#8] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Buon giorno dottore, ricapitolando i farmaci che assumo sono:

- Acido acetilsalicilico 100mg dopo pranzo ( assumo da quasi 2 anni)
- Losartan alla sera ( circa un mese di assunzione)
- Gastrogel una bustina la sera prima di coricarmi ( appena incominciato)

Tra una settimana farò gli esami del sangue dove controllerò:
-Emocromo completo. con formula e piastrine
-Esame chimico fisico e microscopico delle urine
-Glucosio sangue
-Trigliceridi sangue
-Sodio sangue
-creatinina sangue
- potassio sangue
-Urato sangue
-GPT ( alt) Transaminasi - sangue
-Colesterolo Ldl sangue

La ringrazio per il grande aiuto che mi ha dato
Cordiali saluti