Utente 176XXX
salve sono un ragazzo di 22 anni volevo chiedervi un consulto,
partiamo dall'inizio, a gennaio ho avuto un episodio di ascesso polmonare dovuto si presume a un batterio, sono stato trattato per circa un mese con levofloxacina, oltre che all'inizio con qualche fiala di tazocin e bentelan. Attualmente sono in convalescenza anche se lavoro, l'escavazione nel mio polmone si sta riducendo e credo che sto guarendo. Premetto che sono un tipo un po ansioso, cmq negli ultimi 2 giorni di ospedale noto un dolore in zona perineale, e inguinale e dei gocciolamenti post minzione. allora lo dico al medico all'ospedale ma mi dice che probabilmente è solo un infiammazione. Mi dimettono ma i sintomi non calmano, vado da un urologo che mi dice che è una pubalgia, mi prescrive 5 giorni di oky, il dolore passa ma il gocciolamento no, su consiglio del dottor beretta su questo sito eseguo uroflussometria, esami culturali di sperma e urine e ecografia a reni vescica e prostata, mi trovano una bozzatura sul rene sinistro, un sospetto microcalcolo sempre nel sinistro e una calcificazione in prostata, e soprattutto un residuo post minzionale di 44 cc, per il resto ok. vado da un altro urologo e guardando gli esami mi dice di fare una tac con mdc dato che dovrò farla di controllo per l'ascesso polmonare, solo per tranquillità dice perchè gli sembra un rene a dromedario, e mi prescrive omnic per svuotare meglio la vescica.
ieri mattina prendo la prima capsula di omnic alle 8, alle 15 mi viene un attacco di tachicardia e intorpidimento del braccio destro, vado all'ospedale e dicono attacco di panico o effetto collaterale di omnic. mi fanno l'ecg tutto ok a casa, ma l'intorpidimento alla mano non passa. Questa notte non riesco proprio a dormire, premetto che faccio il turnista quindi avrò il ritmo della notte che ho appena finito, ma intanto ho tremori, mi svegliavo ogni 10 minuti e il braccio destro si addormenta sempre di più, mi alzo chiamo a mio padre e andiamo all'ospedale di nuovo, mi dicono sempre attacco di ansia, mi danno 5 gocce di calmante e mi volevano fare una bentelan perchè il dottore dice che per la parestesia sicuramente è stata la ripresa del lavoro dopo 2 mesi di fermo e si è infiammato, ma io non sono tanto convinto, un altro ecg e a casa, ma i tremori continuano, prendo una bentelan da 1mg e l'intorpidimento al braccio sembra passare, mi corigo ma non riesco a dormire, tremo di continuo, nel letto mi muovo sempre, mi sveglio con degli scatti nervosi ai muscoli, cmq oggi sono qui, il tremore anche se più lieve continua a esserci visibilmente, ogni tanto quando sono sdraiato sento come se il cuore batte piu veloce, e l'intorpidimento della mano si è ripresentato anche se in forma lievissima, ma c'è perchè ho meno forza nel braccio destro.
Aggiungo che all'età di 10 anni mi hanno diagnosticato l'atrite reumatoide giovanile, avevo dolori nella caviglia destra, ma poi passò dopo qualche anno e fans, mica si sarà ripresentata? cosa può essere, a chi mi rivolgo?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Leggendo il suo racconto sembra che il problema sia essenzialmente di natura psicologica: del resto lei stesso riconosce di essere una persona ansiosa! Credo che se questi sintomi continuano dovra' prendere coraggio e fare qualcosa su questo fronte, iniziando magari a contattare uno psicologo.
Cordiali saluti