Utente 209XXX
Buongiorno,
Premettendo che svolgo un lavoro percui costretta a stare in piedi 8 ore al giorno, in seguito ad una visita dal fisiatra per cercare di risolvere i miei problemi di male alle gambe/schiena, la fisiatra mi ha prescitto una serie di esami per evidenziare i miei livelli di vitamine nel sangue, questo perchè sin da piccola ho sempre mangiato in modo sregolare e con questo termine intendo dire che in 26 anni di vita non ho pressocche mangiato mai ne frutta ne verdura.
La fisiatra ha subito pensato che la mia stanchezza, i miei dolori, i crampi fossero dovuti ad una mancanza di vitamine, ma dagli esami effettuati gli unici valori che sono fuori dalla "norma" sono:

acido folico basso : 7.8 (8.6-36.3)
e vitamina B12 alta: 536 (141-489)

Naturalmente la fisiatra sapendo il mio comportamento alimentare fino ad ora ha agito con molto polso, spaventandomi sulle conseguenze di una dieta priva di frutta e verdura e quindi da un mese a questa parte ho inziato ad introdurre verdura a pranzo e cena, ma un valore alto di B 12 può essere preoccupante?
Io ho una famigliarità per il diabete, ipertensione (queste ultime due hanno determinato poi un insufficenza renale in mio padre), tiroide, devo iniziare a preoccuparmi?
Grazie per la vostra attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi
48% attività
0% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
No non deve preoccuparsi ma ascoltare la fisiatra e cambiare regime alimentare. La B 12 è contenuta prevalentemente nelle proteine animali, quindi evidentemente lei ne abusa!
Introduca quindi subito frutta e verdura per bilanciare gli apporti.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi