Utente 241XXX
Buongiorno,
attualmente sono alla 19esima settimana di gravidanza, il 7 Febbraio ho cominciato ad accusare sintomi influenzali con temperatura che saliva massimo a 37,4, forte raffreddore,mal di testa ed herpes labialis (non mi era mai capitato prima) con linfonodo sx sottomandibolare reattivo. Premetto che il 4 Febbraio ero stata ad una cena dove (l'ho saputo quando già ero sul posto) c'era un bimbo di tre anni che il giorno precedente aveva avuto otite e febbre a 38, era stato curato con gli antibiotici ed il giorno della cena a detta della madre stava benissimo.
Sono subito stata dal mio medico di base, che mi ha detto di stare tranquilla e di utilizzare il paracetamolo solo se la febbre superava i 38 gradi.
Sul finire della settimana ho cominciato ad avere anche male all'orecchio sx, ho sentito il medico al telefono che mi ha consigliato, se il dolore fosse continuato, di rivolgermi alla guardia medica per un controllo, dato che era venerdì. Così ho fatto, e mi è stata diagnosticata un'otite esterna, con relativa prescrizione di Augmentin per 6 gg.
Finita la terapia la temperatura si è stabilizzata a 37 gradi ma, continuando ad accusare mal di testa, raffreddore, dolorini muscolari sono tornata dal medico: erano passate due settimane e non mi sentivo meglio, ero preoccupata per la mia bimba.
Il medico ha detto che l'otite era passata, e che i sintomi erano dovuti all'infezione virale "parainfluenzale" che cronicizzava e quindi faticava a passare.
Vi scrivo perchè è passato quasi un mese e, perisite questa "febbricola" più raffreddore più stanchezza...mi sto preoccupando che possa essere un'infezione da Citomegalovirus (gli ultimi esami li avevo fatti il 2 Febbraio ed era tutto a posto, però non ho nè gli anticorpi per la toxo nè per il CMV, ecco perchè sono preoccupata).
I prossimi esami più il controllo li ho fra una decina di giorni...secondo voi devo farli prima? Devo preoccuparmi?
Ringrazio per la gentile attenzione e disponibilità. Saluto cordialmente.
[#1] dopo  
Dr.ssa Provvidenza Fodale
24% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Io penso che in effetti ci siano gli estremi per verificare diversi parametri ematochimici , almeno per orientarsi su quanto sta succedendo. Non deve allarmarsi nè preoccuparsi eccessivamente: a moltissime donne capitano questi episodi durante la gravidanza, episodi che vengono vissuti con maggiore apprensione per le condizioni particolari. Effettui intanto gli esami generali di routine , insieme a quelli previsti per epoca gestazionale. Mi faccia sapere.
[#2] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto per l'attenzione Dottoressa.
Ieri sono stata in consultorio - dove mi stanno seguendo per la gravidanza - ed ho esposto la mia situazione. Ho parlato con l'ostetrica che mi ha detto di stare tranquilla, in quanto, come ha detto Lei, moltissime donne vivono queste situazioni durante il periodo di gestazione, per via del sistema immunitario indebolito. Il prossimo 13 Febbraio avrò la visita con la ginecologa, e dovrò sottopormi ai classici esami di routine.
Le farò sapere.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno Dott. ssa,
ieri sera ho stampato i referti degli esami del sangue + urine di routine effettuati, tutto a posto fortunatamente per quanto riguarda Toxoplasmosi e Citomegalovirus!
L'urinocoltura però è risultata positiva per lo Streptococco agalactiae (il 29 Febbraio avevo effettuato anche un tampone vaginale, che non ha rilevato alcuna presenza di batteri, virus o funghi; solo numerosi leucociti che in consultorio hanno ritenuto una situazione normalissima), e nell'emocromo i globuli bianchi sono leggermente in rialzo a 11.13 (rispetto al tetto massimo di 11) e le piastrine leggermente in ribasso a 137 (rispetto alla soglia minima di 150).
La mia ginecologa ha ritenuto opportuno controllare anche i parametri dell'AST, ALT, ferro e sierologia dell'Epstein Barr virus, tutto nella norma e presenza di IGG per l'Epstein Barr (a causa di un'infezione pregressa contratta ancora due estati fa).
Per quanto riguarda il mio attuale stato fisico, dopo una piccola ripresa dove la temperatura si era stabilizzata a 36.8, anche se con raffreddore sempre con me, da due giorni circa è tornato il solito 37 con peggioramento del raffreddore (ho passato due giorni abbastanza impegnativi e sono stata esposta all'aria e agli sbalzi di temperatura).
Lunedì andrò in consultorio con gli esami ma, nel frattempo Le chiedo: la mia situazione generale è riconducibile allo Streptococco (febbricola, raffreddore, dolorini muscolari)? il mio piccolo corre rischi? Secondo Lei posso aspettare lunedì o è meglio che faccio un salto già oggi in ambulatorio di ginecologia all'ospedale? Attualmente sono alla 21esima settimana gestazionale.
La ringrazio per i suoi preziosi consigli,
con l'occasione La saluto cordialmente.