Utente 230XXX
Salve !

Mi rivolgo a voi in quanto professionisti. Mi sono molto informato riguardo la domanda che sto per porvi ma non ho raggiunto conclusioni.
Ho letto, anche su questo sito, che la placca batterica è composta da batteri, residui alimentari e film salivare.
Volevo sapere, in quanto mi sconcerta un po', se nel momento in cui si afferma che nella placca ci sono residui alimentari si intende che davvero rimangono invischiati micropezzi di cibo ( pane, caramelle o altro..) o se si parla a livello cellulare e quindi di sostanze come lipidi, zuccheri, proteine e quindi non vere e proprie parti di un particolare e specifico cibo masticato.
Sinceramente mi fa un po' preoccupare la prima opzione, anche perchè il cibo deperisce.

Vi ringrazio molto per l'eventuale aiuto e vi auguro un buona giornata

Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
l'obbiettivo di questo sito è rispondere a richieste di consulto, cioè richieste di chiarimento ed informazioni sul proprio stato di salute, terapie farmacologiche , ecc. e non di fornire informazioni o chiarimenti su argomenti generici seppure di natura medico scientifica.

Tornando alla sua richiesta, per tranquillizzarla si può dire che i residui di cibo in bocca non deperiscono, o, forse come intende Lei, non vanno in putrefazione come i cadaveri, ma vengono comunque digeriti dagli enzimi salivari, o fermentati dai batteri, fino a ridursi in poltiglia, e poi successivamente in tartaro duro in seguito alla precipitazione di sali di calcio, soprattutto se non si è scrupolosi ed assidui nell'igiene orale domiciliare quotidiana e periodica dal dentista .



Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Salve, la ringrazio molto per l'aiuto e mi dispiace di aver sbagliato argomento.

Avrei un ultima domanda a riguardo, ma ditemi voi se posso porvela...



Grazie comunque per la risposta e a presto.

Cordiali Saluti