Utente 155XXX
Gent.mo Dottore desidero un vs. parere riguardo, mio padre di anni 77 è un soggetto con aorto-cardiopatia sclero-ipertensiva e fibrillazione atriale permanente in TAO con coumadin. Un recente ECG Holter 24 ore ha mostrato una frequenza ventricolare media elevata durante le ore diurne (max.= 133/min alle ore 08,22) e diverse pause ventricolari (14) solo durante la notte (max. =3,4 sec alle ore 04,00 am2). Un monitoraggio ossimetrico notturno è stato definito nella norma, si segnalano comunque 98 eventi di desaturazione della durata media di circa 25 sec., circa 1% della registrazione con SPO2 inferiore a 90% e SPO2 minima di 87%. Iniziale disfunzione sistolica del ventricolo sinistro (F.E. 52%). Anamnesi negativa per lipotimie e sincopi. Durante l'ultimo controllo cardiologico di circa 1 mese fa' è stata associata terapia con Lasix 25 MG die (+ TAREG 80 mg. + COUMADIN seconso INR e allopurinolo).
Desidero un Vs parere in merito .
N.B.: E' importante anche farle sapere che lavora in campagna dalla mattina alla sera.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
se suo padre non avverte particolari sintomi e segni di scompenso cardiaco (affanno, stanchezza, gambe gonfie) in linea di massima il regime terapeutico è corretto, tuttavia la presenza di pause ventricolari durante le ore notturne pone indicazione all'impianto di un PMK, che potrebbe migliorare anche il quadro respiratorio soprattutto delle ore notturne.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dr. Martino per la sua cortese risposta, siccome mio padre sicuramente si rifiuterà di mettere il pace-maket,secondo il suo parere fino a quando possiamo aspettare,senza essere troppo asfissianti? Questo è un consiglio che chiedo senza metterla in difficoltà chiaramente.
Anche se sicuramente cercheremo di convincerlo, perchè il cardiologo ci aveva già accennato della possibilità di mettere il pace-maker in futuro, ma ha già risposto NO.
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Purtroppo è prevedibile che a lungo andare suo padre possa lamentare dapprima episodi vertiginosi se non vere e proprie perdite di coscienza. In tali casi si renderà d'emergenza l'impianto del PMK.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Grazie, spero di non andare con urgenza.