Utente 247XXX
Salve sono un ragazzo giovane, di 18 anni.

Espongo il mio problema a voi professionisti conscio del fatto di non ottenere una diagnosi o una cura a causa del metodo di esposizione del problema. Scrivo comunque con la speranza di ottenere consigli su come agire.
Circa 4 mesi fa dopo un rapporto non protetto con la mia ragazza (allergica al lattice e che quindi assume una pillola anticoncezionale) ho accusato problemi al glande, cosa capitata a lei. Dopo una visita presso il mio medico curante mi è stata diagnosticata una micosi e curata con l'applicazione di una crema.

Il problema è che questi dolori, in un primo tempo scomparsi, sono ricomparsi, e questa volta solo a me. Premetto che dopo ogni rapporto sono solito lavare il pene con acqua e sapone.
Nonostante questo qualche volta noto un leggero bruciore (non eccessivo) e un lieve arrossamento del glande, che puntualmente scompare dopo pochi giorni e puntualmente ricompare dopo un rapporto, soprattutto dopo un rapporto orale.

Mi sono rivolto nuovamente al mio medico, che mi ha solamente consigliato il lavaggio dopo il rapporto senza prescrivermi nulla.

La mia domanda era se è il caso di preoccuparmi e recarmi di nuovo dal medico, o addirittura un andrologo.
Spero sia chiaro il problema e di poter ricevere consigli sul da farsi.

Ringrazio.
Alberto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la consulenza andrologica,in questi casi,non è eccezionale ma dovrebbe rappresentare la regola...Ha mai eseguito un tampone del secreto balanico?Ha mai eseguito una penoscopia?Ha mai sofferto di Herpes?Assume farmaci antidolorifici,antipiretici etc.?L'elenco potrebbe continuare ma...servirebbe solo ad aumentare l'ansia e la confusione.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 247XXX

Iscritto dal 2012
Salve dottore.

Per prima cosa la ringrazio della risposta.

Venendo alle domande poste da lei la mia risposta è negativa su tutta la linea, e questo perché oltre questo piccolo ma fastidioso problema non ho mai avuto problemi di nessun genere.
Ovviamente fino ad oggi la mia preoccupazione non era elevata (anche a ciò che mi era stato detto dal mio medico) ma la continuità di questa faccenda sta aumentando l'ansia e proprio per questo avevo deciso di scrivere qui.

In definitiva lei mi consiglia una visita dall' andrologo per togliermi ogni dubbio?

Ringrazio.
Alberto.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la terapia ,anche se locale,dovrebbe sempre essere prescritta dopo una diagnosi.Ci aggiorni,se ritiene.Cordialità.