Utente 247XXX
salve.qualche giorno fa subito dopo una partita di pallone,negli spogliatoi ho iniziato ad avvertire delle forti palpitazioni e giramenti di testa,sono stato dalla guardia medica,il quale notando le palpitazioni mi ha consigliato di fare un elettrocardiogramma al ps,e successivamente un test da sforzo,mi ha inoltre consigliato di tenere sotto controllo una lievissima anemia riscontrata negli esami del sangue l'anno scorso.
comunque al ps l'esame stabilisce EOT:MV presente su tutto l'ambito toracico; EOC:toni puri,pause libere,addome trattabile alla palpazione superficiale e profonda; ECG: tachicardia sinusale a fc di 05 b/m turbe della conduzione intraventricolare destra. anche in questo caso il medico mi ha detto che non ha notato niente di anomalo e mi ha consigliato di fare un test da sforzo visto che gioco con continuità. questi episodi si verificano spesso nell'arco della giornata anche quando non vado a giocare e soprattutto la notte quando vado a dormire,sono estremamente fastidiosi e mi stanno costringendo a vivere non al massimo delle mie potenzialità.volevo chiedervi un test da sforzo potrebbe escludere qualsiasi patologia al cuore?possibile che sia ansia o qualche altro disturbo psicosomatico?
vi ringrazio anticipatamente
d.s

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L' ECG da sforzo se ben fatto esclude gran parte della patologie cardiache pericolose. Non si possono escludere tutte, ovviamente.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il sintomo che lei riferisce è compatibile con una tachicardia parossistica a volte precipitata dall'attività fisica. Il test da sforzo è sicuramente un esame importante per escludere molte patologie cardiache, ma nel caso di aritmie che improvvisamente si presentano e improvvisamente scompaiono, come nel caso delle forme parossistiche, potrebbe non riuscire a riprodurre il problema clinico. Un ulteriore ausilio diagnostico potrebbe darlo un ECG dinamico secondo Holter, ma in caso di negatività se nelle 24 ore della registrazione non ha avuto disturbi, può dar luogo a false assenze di aritmie. Solo se il problema dovesse persistere e in caso di negatività delle altre indagini si può considerare ai fini diagnostici uno studio elettrofisiologico intracavitario che però deve esserle prescitto da uno specialista aritmologo.
Cordialità
[#3] dopo  


dal 2014
circa un annetto e mezzo fa ho fatto ECG dinamico (che se ho capito bene sarebbe quell'apparecchio con gli elettrodi che si tiene per tutta la giornata)ed è risultato tutto nella norma,questo mi fu prescritto e controllato dal medico di famiglia che è cardiologo,lo stesso mi ha eseguito un ecocolordopler circa 6 mesi fa e pure è risultato tutto negativo,il problema mi si è presentato per la prima volta quasi 2 anni fa poi per 1 anno e mezzo non ho avvertito niente e poi da dicembre 2012 si è ripresentato.
i miei attribuiscono il tutto all'ansia,comunque prima di eseguire il test di sforzo mi sconsigliate l'attività fisica?come posso fare per evitare che queste palpitazioni mi diano fastidio durante la notte?il test da sforzo deve prescrivermelo sempre il medico di base?
d.s.
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si il test da sforzo lo prescrive il medico di base.
Ma si tranquillizzi.
arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org