Login | Registrati | Recupera password
0/0

Radiazioni pet tac

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2007

    Radiazioni pet tac

    buongiorno cari dottori,
    volevo capire un pò do più le radiazioni che si prendono con questi esami.
    Nella mia vita (38 anni) ho già fatto 2 PET (2 anni fa e 4 anni fa) oltre a un paio di TAC e un paio di risonanze. Ho avuto un tumore al seno, mastectomia e ricostruzione, nessuna radioterapia.
    Ora in vista della mastectomia profilattica preventiva all'altro seno (sono brca pos) devo fare un'altra pet per essere sicuri che non ci siano metastasi in giro. Ho chiesto di fare una risonanza total body, ma mi hanno detto di no perchè la pet per loro è più sicura.
    Una settimana fa mi preparo per la pet, mi iniettano il liquido radioattivo e vado nel tunnel. Per la prima volta dopo tanti esami, ho un attacco di panico e tachicardia, mi fanno la scansione tac ma non riesco a stare li dentro, probabilmente la paura dei risultati, e la tensione per l'esame mi hanno tirato un brutto scherzo.
    Non ce la faccio e mi rimandano l'esame di un mese, probabilmente sedata.
    Però io ho paura che il periodo tra una pet e l'altra sia tropo breve e vorrei insistere per una risonanza. Vorrei capire se posso stare relativamente tranquilla e ripetere la pet senza particolati problemi di accumulo di radiazioni oppure se devo insistere per una risonanza (ma sono 5 mesi che insisto non penso sarò ascoltata).
    Insomma a quante lastre al torace corrisponde fare una pet tac?
    rischio l'insorgere di altri tumori se faccio due pet così ravvicinate per un controllo?
    grazie...




  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 12 Medico specialista in: Radiologia

    Risponde dal
    2011
    Gentile Signora,
    prima di tutto Le devo dire che sono d'accordo con i Colleghi: una RM non è altrettanto sicura e sensibile rispetto alla PET, c'è il rischio di non vedere lesioni piccole o di non riconoscerne le caratteristiche.

    Quanto alla dose di radiazioni presa, per farne il calcolo occorre conoscere diversi parametri che variano da macchina a macchina e per ciascuna macchina da esame ad esame...
    In ogni caso, io di solito ai Pazienti che mi pongono quesiti del genere, ricordo che le uniche radiazioni che fanno male sono quelle inutili, e che comunque il rischio di indurre un tumore o di provocare danni genetici nei figli è, anche con molti più esami e molto più ravvicinati di quelli cui Lei si è sottoposta, estremamente basso, se non praticamente inesistente.

    In ogni caso, se lei desidera avere il totoale della dose ricevuta ai diversi organi può fare richiesta alla o alle Radiologie dove si è sottoposta ed esami, che tramite un Fisico Sanitario a cui forniscono tutti i parametri che Le dicevo possono fare i conteggi precisi e così tranquillizzarla ulteriormente.

    Sperando di esserLe stato utile

    Cordialmente


    Dr. Vincenzo Portolano

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2007
    Buongiorno Dott. Portolano,
    la sua risposta è stata molto chiara, la ringrazio infinitamente.
    Mi ha rassicurato un pò. In effetti so che chiaramente certi esami SONO da fare e basta, senza pensare alle radiazioni.
    In questo caso, la PET sarebbe una cosa in più, in vista della mastectomia profilattica preventiva, diciamo che il mio oncologo preferisce prima di affrontare un'operazione così, essere sicuri che non c'è nulla in giro per non fare un'operazione per nulla. In effetti sono d'accordo, però sapere che non è tra i controlli programmati, e soprattutto avendone appena fatta una senza avere i risultati per colpa mia e della mia ansia...mi dà fastidio a livello psicologico.
    In più a settembre se tutto andasse bene, vorremmo provare a cercare il bimbo che non siamo riusciti ad avere finora e...ho paura di tutte queste radiazioni.
    Non voglio in effetti sapere esattamente quante radiazioni ho preso, di un numero probabilmente non me ne farei molto, ma solo sapere che sono più alte le probabilità che non abbia subito conseguenze dannose rispetto a quelle di averne.
    Ultima domanda...visto che l'operazione comunque non la farei fino almeno a fine giugno, se spostassi la PET a metà giugno, quindi ripetendola a distanza di due mesi l'una dall'altra, cambierebbe qualcosa rispetto a un solo mese o non è questo che conta?
    grazie infinite ancora...





  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 12 Medico specialista in: Radiologia

    Risponde dal
    2011
    Cara Signora,
    prima di tutto le auguro di riuscire quanto prima di avere la gravidanza che cercate.
    Quanto al possibile pericolo di malformazioni, non è praticamente superiore a quello che normalmente c'è in qualsiasi gravidanza

    Certamente, come Lei ha ipotizzato, se non apltro pe rfarla stare meno preoccupata, la PET si può spostare un po' più in là nel tempo (della serie "male non fa"...)
    Torno a farLe i miei più affettuosi auguri, ed a questo punto aspettiamo di avere da Lei buone notizie a settembre.


    Dr. Vincenzo Portolano

  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2007
    Dottore, la ringrazio ancora per la sua disponibilità e gentilezza...
    spero anche io di poterle dare buone notizie da settembre in poi...
    un caro saluto




Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04/05/2012, 10:45
  2. Rischio radiazioni
    in Radiologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05/04/2012, 13:31
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 18/05/2012, 10:08
  4. Rischio radiazioni
    in Radiologia
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12/03/2012, 22:14
  5. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 07/03/2012, 20:41
ultima modifica:  14/10/2014 - 0,11        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896