Utente 462XXX
Buonasera,

dopo tanti tentativi falliti di avere un bimbo abbiamo scoperto che mio marito (37 anni) soffre di azoospermia non ostruttiva.
Le analisi che ha effettuato sono le seguenti:
- Due spermiogrammi: azoospermia
volume:5,5
ph:8,2
aspetto: limpido
viscosità: alterata
fluidificazione: aumentata
numero di spermatozoi: AZOSPERMIA

- Spermiocultura: rilevato Streptococcus agalatie (curato con antibiotici, ma che non aveva nessun attinenza con il problema)

- Ecografia pelvica: prostata di volume normale (diametro anterposteriore 2,22 ; diametro traverso 3,64). (Niente di particolare da segnalare)
- Ecografia testicolare: Ambedue i testicoli normali per forma, sede e dimensione (dx: diametro LONG 3,87, diam. Trasv 2,41; sin: LONG 3,67, Trasv 2,24) presentano ecostruttura finemente ma diffusamente disomogenea. Si segnala varicocele di 2 grado a sinistra e di 1 grado a destra.

TSH: 1,74
FT3: 7,3 *
FT4: 13,8
PSA: 0,8
PSA free: 0,3
FSH: 39 *
LH: 28 *
Prolattina:12 - Progesterone: 1,2 - Estradiolo: 46

Dopo la visita dall' andrologo il referto è:
Testicoli notevolmente ridotti di volume, soprattutto il dx
Prescritto: cariotipo e ricerca della fibrosi cistica.

Mio marito ha un pò di iperglicemia, ed è stato operato di varicocele a sx nel 1996, ha avuto criptorchismo quando era piccolo, non assume farmaci, non fuma, fa un lavoro sedentario e va in palestra 2 volte a settimana, ha un pò di grasso addominale che non riesce a buttar giù e dice che secondo lui ha difficoltà a mettere massa muscolare (per i pesi che fà dovrebbe averne di più).

Leggendo su internet mi è venuto il sospetto che si possa trattare di Sindrome di Klinefelter, con il cariotipo si vedrebbe? che analisi dovrebbe fare in particolare?

Poi ho un ulteriore dubbio:
temo che questa situazione di infertilità sia la conseguenza di anni di stress (è cominciato tutto 7 anni fà, c'è stato un periodo che era preoccupato per il lavoro e non riusciva spesso ad avere rapporti, poi c'è stato un trasferimento in un' altra città, con tutto lo stress che ne consegue, turni di lavoro massacranti, problemi economici e tanto altro), questo fino tre anni fà, quando poi tutto si è assestato e abbiamo riconquistato la nostra tranquillità, ma io avevo notato una riduzione dei testicoli e non solo... purtroppo non abbiamo spermiogrammi risalenti a prima e non possiamo fare un confronto.
Qualora fosse tutto partito da una situazione di disagio,si può ritornare a come era prima a livello fisico? C'è qualche integratore che potrebbe stimolare la produzione di spermatozoi (arginina o non so).
Che analisi ci consigliate di fare e che terapia potremmo tentare per un' eventuale gravidanza (io avevo pensato alla microtese)?
Grazie mille in anticipo per i consigli che ci darete.
[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività +36
20% attualità +20
16% socialità +16
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Cara Utente,le analisi trasmesse evidenziano un ipogonadismo primitivo (cioè legato a patologie riguardanti patologie a carico della spermatogenesi) che giustificano la azoospermia ed i valori elevati delle gonadotropine ipofisarie (particolarmente dell'FSH).Il quadro clinico necessita il ricorso ad una diagnosi rigorosa che preveda,oltre alle indagini genetiche,anche quelle molecolari (AZF.CFTR,AR)
ed una attenzione massima anche verso il quadro tiroideo.Solo dopo la diagnosi si potrà porre una prognosi,probabilmente negativa,e decidere sulla strategia finale da adottare.<mi sembra che lo specialista di riferimento sia correttamente orientato,per cui mi rifarei unicamente al suo giudizio.Va da se che si sarebbe dovuto chiarire il quadro clinico molto prima,direi a l'età dello sviluppo...ma tant'è...e,quindi,calma e sangue freddo.Ci aggiorni in merito alle conclusioni diagnostiche.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività +44
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Cara signora in aggiunta le dico che si la sindrome di klineferter si può vedere dal cariotipo mentre escluderei che la causa sua stato lo stress
[#3] dopo  
Utente 462XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimi dottori,
vi ringrazio per il vostro consulto.
Faremo le analisi suggeriteci e vi terrò aggiornati.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 462XXX

Iscritto dal 2007
Spett. dottori,

mio marito ha fatto ulteriori analisi:
- Analisi molecolare per la fibrosi cistica:
Non è stata riscontrata la presenza delle mutazioni analizzate (Polimorfismo intragenico presente: 7T/ 7T,
36 mutazioni analizzate mediante PCR-RDB)
- Cariotipo su sangue periferico:
46XY Cariotipo maschile normale
(mitosi esaminate 16; Bandeggio GTG; risoluzione 350 bande.

Testosterone: 2,68* (2,80 - 8,00)
Ha rifatto la glicemia che è scesa da 114 a 94 mg/dL (75 -105), 5,2 mmol/L (4,1 -6,1)
e l' FSH: che è sceso da 39* a 23,6* mUI/mL.
Mi ero fatta prescrivere anche le analisi molecolari, ma negli ospedali in cui ho chiesto non le facevano.
A questo punto non so se possiamo tornare a sperare, ci ha sorpreso tantissimo il valore di FSH e in questo periodo mio marito non ha preso medicinali, ha solo mangiato con più moderazione (è normopeso, ha solo un pò di grasso addominale) e soprattutto ha deciso di cambiare il suo approccio alle situazioni stressanti.
Vorrei sapere inoltre se, anche il Klinefelter non è risultato, con questi valori bassi di testosterone (che avevo letto potrebbe dare problemi quali glicemia alta, depressione e maggiori rischi di osteoporosi) mio marito deve intraprendere comunque una terapia a base dello stesso?
Stavamo pensando di rifare lo spermiogramma, per vedere se da azoospermia magari è passata ad oligospermia, anche se no so se questo sia possibile.
Ho un ulteriore quesito: se non è il Klinefelter, da cosa potrebbe dipendere l' ipogonadismo primitivo?
Che altre analisi deve farsi prescrivere (le analisi molecolari sono ancora necessarie sulla base di questi risultati o no?)
Scusate i miei mille interrogativi e grazie in anticipo per le preziose risposte che mi darete.
Buona serata
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività +36
20% attualità +20
16% socialità +16
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...esegua gli esami molecolari rivolgendosi alla ASL di appartenenza.I valori variabili dell'FSH non mitiga la gravità della prognosi.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 462XXX

Iscritto dal 2007

Grazie mille!