Utente 223XXX
Salve, mi rivolgo al vostro reparto di medicina interna per avere un consulto globale per mia moglie di 51 anni alta 1,60 m e 67 Kg. Soffre di artrosi cervicale e capogiri sporadici e dolori all'orecchio che nessun otorino ha mai spiegato. Gli ultimi esami di sangue di routine sono stati fatti circa 2 mesi fa dove si riscontrava lieve ipercolesterolemia e alle urine Emazie 63 quando il valore era < 15.
A seguito di problemi ai denti si è recata da un dentista (per dolore ad un molare e linfonodi ingrossati) che le ha suggerito una ecografia alla mandibola per la presenza di linfonodi sospetti. Dagli esami che lui ha eseguito (il dentista) esclude anomalie ai denti anche se non ha ancora fatto la ragiografia.
L'esito dell'ecografia è questo: " Normale aspetto delle ghiandole paratiroidee e sottomandibolari. Tiroide di normali dimendsioni ed a ecostruttura diffusamente disomogenea, tendenzialmente ipoecogena. Regolari strutture vascolari e vascolari. Alcuni linfonodi ovalariformi aumentati di dimensione, in sede sottomandibolare e latero-cervicale, lilaterale, di varie dimensioni, il maggiore di 1,3 cm in sede sottomandibolare destra".
Siamo piuttosto preoccupati e quindi la domanda sorge spontanea: cosa fare?
La tiroide è insufficiente?
I linfonodi non le fanno male ma li senti con la lingua duri e poco mobili, sono pericolosi o possono venire da infezioni dei denti?

Grazie per la risposta. Buona giornata!
[#1] dopo  
Dr.ssa Manuela Nestola
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
dall'ecografia non ci sono segni di sospetto a carico dei linfonodi, mentre la descrizione che Lei ne fa (durezza, mobilita') fa sorgere qualche dubbio. Le consiglio, a tal proposito, di completare con gli esami richiesti dal dentista (mi sembra di capire una radiografia) ed eventulmente di rivalutare ecograficamente tali linfonodi tra 1 mese. Per quanto riguarda la funzionalita' tiroidea, sara' opportuno eseguire i test ormonali specifici. La disomogeneita' della tiroide potrebbe essere un segno di infiammazione, non necessariamente di ipofunzione. Ci sono anche dei test per valutare la presenza di alcune forme di tiroidite. Chieda al Suo medico se li ritiene necessari, o si rivolga ad un endocrinologo.
Le auguro buona giornata!
[#2] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio molto per il suo consulto. Mia moglie ha eseguito da poco l'ultimo controllo dal dentista il quale, a seguito di una rx della zona, non ha riscontrato anomalie a carico dei denti ma una gengivite e le ha prescritto AMBRAMICINA 250 mg ogni 6 ore che ha già finito. Seguiremo il suo consiglio e ripeteremo l'analisi dei linfonodi (eco) e faremo gli esami da laboratorio con ormoni tiroidei...
Le volevo comunque chiedere un'altra cosa: dalle ultime analisi delle urine si riscontravano Emazie 63 (valore di riferimento < 15), si può parlare di microematuria? Può essere opportuno approfondire questo aspetto o non è rilevante?
Grazie mille, distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr.ssa Manuela Nestola
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Si', e' corretto parlare di microematuria. Può essere un dato occasionale, meglio ripetere a distanza di tempo, e se persiste, approfondire.
La Saluto.