Utente 250XXX
Salve dottori, sono qui a porvi una domanda che avrete sentito migliaia di volte.
Premetto che non so se è la sezione adatta, ma ci provo lo stesso ;)

Segnalo inanzitutto che sono mesi che per problemi alla gola e non ho dovuto prendere tanti antibiotici, ora la mia situazione si è normalizzata, ma mi è rimasta questa lingua bianca da un mese.

Si presenta abbastanza bianca sul dorso e poi pian piano verso la punta anche se va svanendo l'effetto.

Soprattutto al mattino vedo questa situazione, poi tra una lavata di denti e l'altra (insieme alla lingua) va molto meglio... pian piano ripeggiora la sera e cosi' via.

Non ho problemi di stomaco, forse ogni tanto la mattina sento come un reflusso o di non aver digerito nel migliore dei modi, causa qualche abbuffata o all'alcool? (vino bianco duranti i pasti).

I medici di famiglia mi hanno detto di usare un pulisci lingua e il bicarbonato ogni tanto e qualche compressa di btotal o bustine di betotal immuno plus tanto per essere completi...

Voi che mi consigliate?

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Le riassumo brevemente le cause della lingua bianca.

- Un’alimentazione ricca di grassi e colesterolo (farinacei, latticini, formaggi) o di zuccheri favorisce la creazione di squilibri della flora batterica e, di conseguenza, la proliferazione di muco, che si deposita sulla lingua. Anche una dieta restrittiva può essere causa di lingua bianca.

- Secchezza del cavo orale che può essere causata da assunzione di particolari farmaci, da scarsa idratazione e dall’abitudine di respirare con la bocca aperta.

- La scarsa o scorretta igiene orale è causa di formazione di placca batterica, che si deposita sulla lingua.

- Micosi: il mughetto altera la produzione di flora batterica e presenta, fra i suoi sintomi, la lingua bianca.

- In condizioni di stress le ghiandole surrenali producono livelli più alti di adrenalina e ciò produce modifiche nella composizione del sudore e della saliva, favorendo la produzione della patina bianca.

- Patologie epatiche e intestinali: malattie come la cirrosi epatica, la gastrite, il diabete mellito, le epatiti, la cattiva digestione, le intolleranze alimentari e tutte le altre malattie più o meno gravi che coinvolgono fegato e intestino influiscono sul funzionamento dell’apparato digerente.

Nel suo caso penserei a disturbi intestinali da antibiotici, non trascurerei l'alimentazione.
Procederei con una buona pulizia della lingua con uno specifico spazzolino.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 250XXX

Grazie dottore per la sua celere risposta.

Il dottore della mutua in effetti mi ha anche "palpato l'addome" e mi ha detto che tecnicamente era tutto a posto, fegato esattamente nella sua sede, senza particolari anomalie al tatto etc.

(tanto per specificare meglio) per il resto mi consiglia uno specifico spazzolino? quello normale anche se funzionale mi da un po' di irritazione alla lingua...

grazie

[#3]  
Dr. Alberto Di Michele

24% attività
0% attualità
0% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
Gentile utente ,
probabilmente lei ha il mughetto ovvero una candidiasi orale che porta a lesioni biancastre date dalla candida che tendono a staccarsi lasciando una zona rossa erosa.
Il mughetto compare in seguito a calo delle difese immunitarie e assunzione protratta di antibiotici per via orale.
Si rivolga al proprio medico di fiducia per la terapia del caso.
Saluti.
Dr. Alberto di Michele
Dermatologo
Foggia

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
esistono specifici spazzolini puliscilingua che può riscontrare in farmacia.

Per quanto riguarda la micosi del cavo orale (mughetto) è un'ipotesi che non ritengo aderente al suo racconto
poichè la malattia inizia con un arrossamento diffuso della mucosa che diviene liscia, brillante e dolente; dopo alcuni giorni compaiono delle formazioni biancastre, aderenti al fondo eritematoso, con aspetto di "latte cagliato", facilmente asportabili con una garzina. Soggettivamente vi è sensazione di bruciore e spesso difficoltà ad alimentarsi.

Se comunque i sintomi dovessero assomigliare a questi surriferiti sarà utile un tampone linguale per la micocoltura.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
Utente 250XXX

Grazie dr Alberto Di Michele, mi sono rivolto al mio dottore della mutua e mi ha dato solamente degli integratori. Ho specificata che lavandomi con lo spazzolino veniva via il tutto (in parte) e mi irritava un po' la lingua, ma non ha detto niente. Solamente di fare la cura integrando vitamine.

Ora dopo quasi un mese la situazione è più o meno simile.

Cosa devo fare?

grazie

[#6]  
Dr. Alberto Di Michele

24% attività
0% attualità
0% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
Sarebbe opportuno (come d'altro canto ha suggerito il Dott.Quatraro) effettuare un tampone mucoso dalla superficie linguale;nel caso non avesse l'opportunità di farlo potrebbe provare ad effettuare degli sciacqui con soluzioni a base di antimicotici che il suo medico curante potrà prescriverle.
Saluti.
Dr. Alberto di Michele
Dermatologo
Foggia

[#7] dopo  
Utente 250XXX

Grazie dr Di Michele è stato gentilissimo.

Il mio dottore della mutua mi ha consigliato di usare "Nistatina*Os Sosp 100ml SOSPENSIONE OS " 4 risciaqui al giorno per e vedere come va.

E' il "vedere come va" che mi ha lasciato un po' allibito, ma posso comprendere che la medicina non è sempre una scienza esatta.

Proverò a fare questa cura... dice che è la via giusta come antimicotico locale? O c'è qualcosa di meglio che mi può consigliare lei?

grazie di tutto

[#8]  
Dr. Alberto Di Michele

24% attività
0% attualità
0% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
segua il consiglio del suo medico curante;è la terapia giusta per il suo problema.
non manchi comunque di effettuare un controllo successivo.
Saluti
Dr. Alberto di Michele
Dermatologo
Foggia

[#9]  
Dr. Alessandro Gallo

24% attività
8% attualità
16% socialità
GROSSETO (GR)
FOLLONICA (GR)
NARDO' (LE)
SQUINZANO (LE)
LEVERANO (LE)
SURBO (LE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile utente anche io concordo con il collega Di Michele e in tempi brevi dovrebbe risolvere il suo problema.

Il "vediamo come va" del MMG può essere spiegato perchè a volte ci sono dei ceppi di Candida (il lievito in questione) che sono resistenti ad alcuni antimicotici, in tal caso se la terapia non sortisce l'effetto sperato si può effettuare il tampone della mucosa della lingua (come suggerito dal collega Di Michele) per determinare l'antimicogramma. In realtà il tampone sarebbe sempre meglio effettuarlo prima dell'inizio della terapia, ma se ha già iniziato la terapia con Nistatina, la continui pure come suggerito dal suo curante.

L'antimicogramma è un test in cui si saggiano alcuni farmaci per vedere se sono efficaci contro il tipo di fungo causa dell'infezione. Si stabilisce quindi quali antimicotici "funzionano" uccidendo il fungo (che è sensibile al farmaco) e quali invece non sono efficaci (si dice che il fungo è resistente al farmaco).


Cordiali saluti

Dott. Alessandro Gallo

[#10] dopo  
Utente 250XXX

Gentili dottori, vorrei comprendere una cosa... dunque per la lingua bianca sono stato ancora dal mio medico e mi ha detto di stare tranquillo e di prendere soliti fermenti e vitamina di tipo b per qualche settimana (betotal plus).

Fin qui.. tutto ok, da 2 giorni però, mi sono accorto che sento la mia lingua ruvida, soprattutto sulla punta e mi sembra (non vorrei sbagliarmi) di notare le papille più arrossate e quando cerco di porre la lingua nella classica modalità a "punta" mi sembrano infiammate ed arrosate (non ho mai fatto attenzione a pieno alla mia lingua, quindi non so se è sempre stata così o la sensazione di quello che mi accade mi porta a pensarlo).

Specificato questo... questa senzazione di ruvidità e secchezza che sento anche quando bevedo dell'acqua e la sputo o magio cibi non capisco proprio da cosa derivi... tra l'altro la sensazione sembra come se mi bruciasse leggermente.

Cosa posso fare? mi potete spiegare come può accadere così dal nulla e come posso perlomeno porvi rimedio.

Ah, ovviamente ho chiamato il mio medico e mi ha detto di usare vea oris, che contiene vitamina e o di acquistare quei prodotti che si trovano in farmacia contenenti aloe.
Mentre il mio dermatologo, mi ha detto di usare acqua e bicarbonato, cosa che ho fatto, ma senza successo.

In 2 giorni comunque la situazione non è migliorata.

grazie mille di tutto.

[#11]  
Dr. Alberto Di Michele

24% attività
0% attualità
0% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
la terapia consigliata dal suo medico della mutua(Nistatina) dovrebbe essere protratta per 3-4 settimane (3-4 sciaqui al dì) .
Le consiglio quindi di continuare con la terapia.
Saluti
Dr. Alberto di Michele
Dermatologo
Foggia

[#12] dopo  
Utente 250XXX

sono stato da mio medico oggi, mi ha detto che non si tratta di candida, ne tantomeno di mughetto.

Gli ho detto della mia ruvidità e fastidi sulla punta della lingua, me l'ha vistata con una lente e mi ha detto di non aver visto nulla di particolare, mi ha domandato se mi ero scottato e ho risposto di no...

Mi ha dato jalma colluttorio e veoris (se non sbaglio) spry... poi di continuare con vitamine e fermenti, che era una stupidaggine si sarebbe risolta da sola.

Ora, io da lunedì sento sempre questa ruvidità circa sulla punta della lingua, questa cosa si nota soprattutto quando bevo acqua e sputo, di norma mi rimane questo senso di secchezza e ruvidità per tutta la giornata.

Boh, non so che dire...

Mi sembra di notare delle papille sulla punta un po' infiammate, anche perchè se la ruvidità concentrata li ,boh, non ho più idee e i medici mi hanno visitato, che devo fare secondo voi? (mi scuso per l'ansia, ma sono un tipo perennemente ansioso).

[#13]  
Dr. Alessandro Gallo

24% attività
8% attualità
16% socialità
GROSSETO (GR)
FOLLONICA (GR)
NARDO' (LE)
SQUINZANO (LE)
LEVERANO (LE)
SURBO (LE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile utente, ha provato ad eseguire il tampone? Rileggendo la sua anamnesi viene da pensare che potrebbe essere utile escludere patologie da reflusso gastrico . Oltre alla dieta varia con frutta in abbondanza sarebbe bene abolire per qualche giorno l'alcol ed approfondire i valori ematici del fegato. Se venissero escluse queste cause si potrebbe passare ad esaminare cause più rare. Ovviamente questi consigli presentano i ben noti limiti della distanza senza poterla visitare



Cordiali saluti
Dott. Alessandro Gallo

[#14] dopo  
Utente 250XXX

ok farò le analisi del sangue, anche se alla palpazione dello stesso fegato dal medico era tutto a posto, bordi regolari senza masse strane e nella posizione adeguata (quindi neanche un ingrossamento del fegato ha notato) .. tutto a posto mi ha detto!

In tutti i casi cosa centrerebbe con il fegato, questo sintomo di ruvidità della lingua ed infiammazione delle papille?

L'unica cosa che mi ricordo è che ho usato 5 giorni fa (lunedi' quando è cominciato tutto) un colluttorio omeopatico... e da li è iniziato questo fastidio, non so se è per quello o altro.. ma mi sembra che sia andata cosi'...

Può essere un fattore scatenante? o non centra niente? allergie stagionali? (ho fastidi di solito in questo periodo per i pioppi etc..)

Non so... tutti i medici mi dicono che è una sciocchezza, ma non trovo risposte e sono già 6 giorni.

L'unica cosa è stata, siccome la lingua ha una rigenerazione delle papille ogni tot giorno, entro 2 settimana dovrebbe essere fisiologicamente a posto...

grazie per tutto dottore