Utente 234XXX
buongiorno a causa di nausee dettate da gastrite con reflusso ho assunto cinque pastiglie da dieci milligrammi di plasil superndo di venti mg il limite di 30 mg previsto per le 24 ore...ho subito avuto un attacco di panico ansia durato ore non riuscivo a respirare e avevo evidenti sintomi di acatisia nn riuscendo a star fermo tutti sintomi propri del farmaco...i giorni seguenti l'acatisia è scomparsa ma sono rimaste le ansie e si è fatto sempre più insistente un senso di depressione, è praticamente cambaita la mia visione del mondo e nn governo più le mie emozioni..in internet si contano migliaia di casi legati al metoclopramide che tra gli effetti vanta anche ansie e depressioni agendo sulle dopamine...sapreste dirmi se avete mai assistito a casi simili al mio e se questi sintomi sono fisiologicamente destinati a recedere autonomamente..in pratica se il cervello sarà in grado di riprendere a produrre autonomamente normalmente le dopamine. Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Si sta ponendo problemi inesistenti. Questo è dovuto anche al fatto che non ha cognizione di argomenti tecnici riguardanti la neurochimica, per cui lascerei perdere i ragionamenti sulla dopamina (una sola) e mi limiterei a sottoporre all'attenzione del medico la situazione.
Non capisco il senso di tutto ciò quando ha volutamente trasgredito alle indicazioni per utilizzare dosi che possono produrre vari effetti collaterali segnalati.
Questo specialmente se soffre di un disturbo d'ansia di fondo, che è la ragione principale per cui si verificano una serie numerosa di reazioni preoccupate o allarmate ai passeggeri effetti collaterali di molti farmaci.