Utente 236XXX
Buonasera ,ho 49 anni ed ho scritto varie volte a voi medici on line. Purtroppo capisco bene che per le persone (IPOCONDRIACHE) come me spesso non cè risposta che riesca a tranquillizzarmi.Riprovo di nuovo con la speranza che venga letta.Ho sempre sofferto di stati d'ansia, con tutti i sintomi ad essa correlati.Per un periodo,il tutto è iniziato 3 anni fa in concomitanza del climaterio,ho iniziato ad avvertire una tachicardia persistente.Dopo aver fatto tutti gli esami : ECG,(svariate volte).S:E:T:E,ECO doppler cardiaco E messo per 2 volte HOLTER 24 h.La diagnosi è stata .: Variazioni fisiologiche della frequenza cardiaca o tachicardia sinusale.Ho consultato specialisti endocrinologi ,ho fatto anche in questo campo tutte le analisi .ormoni tiroidei anticorpi scintigrafia , ho soltanto il TSH che tende a scendere .L'ultimo valore era inferiore a 0,3.Diagnosi Ipertiroidismo in fase di manifestazione che per il momento non necessita di cura.Ho sentito il parere di neurologi e psichiatri il quale hanno riscontrato solo un ansia somatizzata.L'ultimo endocrinologo che ho consultato si è orientato sulla premenopausa e per questo devo effettuare ancora gli esami ormonali ,visto che il ciclo mestruale ancora non torna.Invece sono tornati i disturbi che avevo in precedenza,ho di nuovo la tachicardia ,tremore alle mani irritabilità ecc.Sono dimagrita di 7 kg in 2 mesi circa mi sento sempre stanca ed accuso dolori muscolari diffusi vertigini ecc.Sono disperata ,anche il mio medico curante non sa più cosa dirmi, resta il fatto che oltre a girare da un medico all'altro nessuno riesce a capire l'origine di tutti i miei disturbi.Sono celiaca da 7 anni in più intollerante al nichel ed alla lattasi. Le sarei molto grata se potessi avere un suo consiglio, visto che nessuno risale al mio problema ,come potrei risolverli? So di averle posto una domanda impossibile ma spero che un suo chiarimento mi faccia capire qualcosa di più.Mi scuso per il tempo che deve perdere nel leggere il mio testo lunghissimo. La ringrazio anticipatamente per la pazienza .Cordiali saluti spero in una risposta a breve.Grazie ancora.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gli Holter eseguiti hanno valore diagnostico se la registrazione è avvenuta durante gli episodi di tachicardia che lei accusa. Se questo è avvenuto lei non soffre di aritmie cardiache e i suoi disturbi effettivamente vanno inquadrati nell'ambito compreso tra l'ansia e il climaterio. L'ansia non l'aiuta in ogni caso e quindi cerchi assolutamente di tranquillizzarsi. Per i sintomi della menopausa un aiuto può esserle dato dal suo ginecologo di fiducia e comunque sono destinati a ridursi con il tempo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Carissimo Dott.Rillo,la ringrazio per la sua risposta in breve tempo.Volevo chiederle ancora una cosa (so di essere assillante,ma mi comprenda sono molto ansiosa).Il cardiologo che ho consultato ,vista la mia preoccupazione mi aveva dato una specie di apparecchio (come un telefonino),non so come si chiama da appoggiare sul petto quando avevo la tachicardia,e registrava piccoli ecg ed anche da quello non è venuto fuori nulla di serio.Visto che in questi giorni riavverto delle extrasistole specialmente dopo il pasto ,e il battito cardiaco sembra aumentare,sto di nuovo in ansia.Visto che il ciclo dal 13 aprile ancora non torna e ancora non riesco a fare gli esami ormonali può dipendere da questo? Voglia scusarmi, la ringrazio molto per la sua cortesia.Se può rispondermi le sarei grata.Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ritengo che le alterazioni del suo ciclo non abbiano alcun rapporto diretto con le extrasistoli, ma innescando dei meccanismi d'ansia le possono indirettamente favorire.
Cordialità