Utente 256XXX
Buongiorno, mio figlio di 14 mesi ha questo trascorso.
All'età di 3 mesi febbre molto alta, ipotonia e...pronto soccorso. Stick urine negativo e quindi viene scartata l'ipotesi IVU. Dopo varie ipotesi la diagnosi è sepsi, di origine sconosciuta. Ritorniamo a casa e dopo 4 (quattro!) giorni stessi sintomi: febbre alta, bambino debole e poco reattivo...pronto soccorso. Diagnosi IVU (probabilmente pielonefrite) da Pseudomonas. I due ricoveri sono entrambi di 14 giorni. Facciamo, nei mesi successivi profilassi con Augmentin, ecografie ogni due mesi e tutto pare relativamente risolto (le ecografie sono perfette e quindi escludono, tutti, un reflusso di importante entità). Si ipotizza di sospendere l'antibiotico a breve. A 9 mesi e mezzo si ripresenta la stessa situazione, andiamo al pronto soccorso. Viene diagnosticata un'IVU (pielonefrite) da Pseudomonas. L'ecografia fatta nel ricovero rileva solo una minima (4 mm) dilatazione della pelvi.
9 giorni di ricovero e programmata cistografia che viene effettuata dopo un mese e mezzo ed evidenzia un reflusso di IV, V grado!! Da allora profilassi con Augmentin. Abbiamo fatto un'ecografia la scorsa settimana che evidenzia (a confronto dell'ultima) diametro reni 65 e 63 mm. Spessore parenchimale sostanzialmente conservato bilateralmente. Aumento della dilatazione calico-pielo-ureterale a sinistra. Pelvi: 13 mm e uretere prevescicale 6mm. Da qui la decisione della nefrologa di fare una scintigrafia dinamica e non statica come programmato. Che effettueremo a fine luglio. La motivazione è che dall'ultima ecografia si potrebbe pensare a un'ostruzione nella parte alta e questo esame ci può dare tali informazioni.
Nel frattempo facciamo esame urine e urinocoltura ogni 20 giorni.
Vorrei avere un parere su quanto è successo e sulle eventuali ipotesi di guarigione (spontanee e non).
Non capisco il collegamento tra reflusso e ostruzione.
Ringrazio anticipatamente della disponibilità
Elisa

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Salve,
concordo con la scelta di eseguire la scintigrafia dinamica, che fornisce informazioni anche sulla fase di escrezione.
La diagnosi di reflusso mi pare chiara, ma non ho capito se mono- o bilaterale. Sarebbe inoltre utile dosare la proteinuria.
La guarigione spontanea del reflusso sembra tanto meno probabile quanto maggiore è l'entità del reflusso.
Per questo motivo, con la scintigrafia in mano, sarà eventualmente opportuno consultare anche un urologo pediatra.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio della risposta.
Il reflusso è monolaterale. Proteinuria credo sia stato un esame eseguito durante il ricovero. Contrllerò.
Ma essendo un esame fatto sulle urine non si esegue ogni volta che si fa un'urinocoltura? Io le voci dell'esame delle urine + urinocoltura non le ricordo.
Siamo seguiti da una nefrologa pediatra. L'entità effettivamente è del IV-V grado ma nonostante le nostre perplessità ci hanno detto che anche reflussi così importanti possono, spontaneamente, guarire.
Il fatto di far bere molto il bambino (beve volentieri circa 1 litro abbondante di acqua) è sicuramente una cosa positiva o può affaticare i reni?
Ci sono secondo lei, oltre, agli esami programmati, cose utili da fare per tenere monitorata la situazione e limitare la possibilità di altre infezioni?
Bambini con reflussi così importanti riescono comunque a tornare a una situazione normale (con o senza intervento) nell'arco di qualche anno o il rene coinvolto subisce spesso danni irreversibili?
Grazie ancora
Elisa
[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Salve,
la ricerca delle proteine urinarie rientra nel novero degli esami di routine (esame chimico-fisico urine) nella sua forma più grossolana; in caso di positività si procede con la determinazione della proteinuria sulle urine delle 24 ore. L'urinocoltura è un esame completamente diverso.
Il suo bambino può bere sino a soddisfare la propria sete, senza limitazione!
Per il resto si affidi alla sua nefrologia pediatra. Non necessariamente esitano danni irreversibili al rene con reflusso; la scintigrafia che eseguirà a breve ci darà comunque informazioni anche su questo aspetto.

Saluti
[#4] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno e grazie della spiegazione. Gli esami che facciamo al bambino sono semplici urinocolture che per ora sono sempre andate bene.
La scorsa settimana abbiamo fatto la scintigrafia dinamica. Non abbiamo ancora il referto cartaceo ma ci è stato detto che l'esame è andato bene. Non ci sono cose da segnalare se non una differenza di funzionalità allo svuotamento del 10%. Vale a dire un rene 57 e l'altro 43.
Volevo sapere se sono dati abbastanza buoni e se questa differenza è destinata a diminuire. Ci è stato anche detto che dai dati ottenuti è più probabile si tratti di un reflusso primario...

Ringrazio ancora per la disponibilità
Elisa