Utente 256XXX
Salve, ho 21 anni, e da qualche mese mi si è presentato un problema. Sono stato fidanzato per 3 anni con una ragazza, conosciuta in adolescenza, e fino a un anno fa avevo avuto rapporti solo con lei. Ci lasciammo ma continuammo a sentirci e ad avere rapporti di nascosto nonostante avessimo conosciuto altre persone, e nonostante lei si fosse fidanzata con un ragazzo con il quale ci sta tuttora. Decidemmo un pò bruscamente di stroncare la relazione, che era ormai diventata ridicola, ma per svariati mesi ci scrivemmo e ci cercammo per il gusto di sentirci. Ormai sono 4-5 mesi che non ci sentiamo e finalmente sono riuscito a trovare un altra ragazza con la quale sto benissimo, ma non mi spiego perchè non ho le erezioni che avevo con la mia ex ragazza, ovvero non sono complete, solo una volta era completamente eretto ed io davvero eccitato. Ma tutte le altre volte resta fino al 60%, e alterna momenti in cui sembra eretto ma non troppo, a momenti in cui cala completamente, anche durante il rapporto. La cosa mi imbarazza molto, e a volte il desidero sessuale cala anche per questa motivazione. Non so cosa fare. Cosa mi consigliate? Grazie dell' aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

ora bisogna sentire in diretta un esperto andrologo e con lui iniziare un preciso iter diagnostico.

Detto questo comunque le posso dire che la sua storia farebbe pensare ad una eventuale problematica psicologica, relazionale ma altro è bene non dire da questa postazione.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
giovane età, storia finita male sono indicativi di problema psicogeno, in primis. Senta un collega dal vivo per valutare le altre cause di deficit erettivo (porostaico od ormonale per lo pium, rari i fenomeni vascolari, eccezzionali quelli neurologici). Su di morale che si sistema.
[#3] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
Grazie delle risposte repentine. Si, sono sicuro si tratti di un disturbo psicologico, purtroppo capita anche di ripensare senza però desiderio a situazioni sessuali con la mia ex, anche durante il rapporto. La paura mia è solo che questo problema non si risolva!
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Beh, se conferamta la diagnosi di problema psicologico, aggiunga iul pessimismo ai vari malanni da cui guarire. Su di morale.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le sue ultime indicazioni sembrano confermare che al suo problema dobbiamo in prima battuta pensare ad un problema relazionale.

Senza ansie e paure inutili ora comunque senta in diretta il suo andrologo di fiducia.

Ancora cordiali saluti.