Utente 257XXX
Salve, sono andata dal dentista dopo aver avvertito un forte dolore al penultimo molare durante la masticazione e sensibilità al caldo freddo.mi sono recata dal dentista che mi ha iniziato la devitalizzazione dicendomi che occorreranno circa 3 o 4 sedute. appena tornata a casa era tutto a posto non avevo male e con cautela ci masticavo sopra, nel giro di 1 settimana ho iniziato a sentire dolore solo quando premevo sul dente ed il giorno seguente mi sono svegliata grazie a 3 fitte fortissime a quel dente, delle strane fitte poichè la sensazione era quella di una bollicina d'aria che passava e sentivo male solo durante queste fittine e nel caso premessi il dente. Ho subito chiamato il dentista che mi ha accolto e mi ha cambiato la medicazione dicendomi che dentro era molto sporco perchè c'era del sangue. Il giorno seguente ho avvertito di nuovo dolore quando premevo il dente, così spaventata di riprovare quelle fitte insopportabili ho chiamato il dentista e mi ha eseguito nuovamente una medicazione, durante l'anestesia però, sentivo dolore se esercitavo pressione. Il giorno seguente è iniziato il delirio, ma ho deciso di non telefonare al dentista perchè mi sembrava inutile continuare con le medicazioni e onestamente penso che servano solo a farmi pensare che lui non sta con le mani in mano, quando invece queste medicazioni cambiate non credo siano una soluzione al mio male.è trascorsa una settimana da quel giorno. le cose sono peggiorate di ora in ora, ho notato la gengiva gonfia cosi ho iniziato l'antibiotico dopo 2 giorni di dolore pulsante. non potevo crederci ma il dolore continuava a crescere da un giorno all'altro, guardo sempre l'orologio per vedere se è passato abbastanza tempo per prendere il prossimo antidolorifico, la mia giornata è questa. Non provo più sollievo nemmeno schiacciando la guancia, il dolore parte dal dente in questione fino ai denti davanti sotto e sopra, male all'orecchio, mal di testa, male agli occhi, la notte dormo a spezzoni solo quando prendo l'antidolorifico, non posso uscire perchè stando in piedi il dolore è più forte,non riesco proprio ad alzarmi dal letto! non ce la faccio più, il male è davvero insopportabile ed io sono molto spaventata, oggi pomeriggio ho appuntamento dal dentista, gli spiegherò quello che è successo, la mia paura è che tornata dal dentista ricomincerà una settimana come quella che ho appena passato, è stato un incubo. ho già devitalizzato un altro dente ma non ho provato cosi tanto male. Grazie dell'attenzione, quello che vorrei sapere è se tutto ciò è normale perchè io non credo che lo sia, scusate la lunghezza ma volevo essere dettagliata. grazie ancora,alessia.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Rispondo alla sua domanda " vorrei sapere è se tutto ciò è normale perchè io non credo che lo sia..." Il decorso post trattamento che ci racconta con dolore ingravescente e gonfiore non può considerarsi normale nei termini in cui ci viene riferito. Evidentemente ci si trova di fronte ad una complicanza , sicuramente possibile: sussiste una qualche problematica endodontica che il dentista che l'ha in cura non riesce ancora a risolvere.
Di più non saprei dirle. Qualora nonostante l'impegno del suo dentista non si giunga a soluzione della problematica può contattare un dentista esperto in endodonzia.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
grazie per la tempestiva risposta, è possibile che si tratti di pulpite? i sintomi descritti li provo tutti. Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Se il dente è già stato strumentato la polpa è stata già interamente o in parte rimossa ragion per cui difficilmente si tratta di pulpite che, come dice il termine stesso, è una infiammazione della polpa. Inoltre i sintomi della pulpite son diversi da quelli da lei descritti.

Cordiali saluti