Utente 259XXX
Buongiorno mi presento sono giuseppe, avrei bisogno di un aiuto un consiglio ora vi spiego la situazione.
Sono un ragazzo gay il mio compagno non riesce ad avere un erezione piena nonostante più volte sia stato in centri di andrologia non ha risolto il problema; diciamo che il più delle volte gli sono stati presi dei soldi senza arrivare ad un a soddisfacente conclusione.
Vorrei puntualizzare che lui ha 49 anni, ma questo problema lo porta con se da sempre diciamo. Credo che lui abbia più un blocco psicologico piuttosto che un vero è proprio deficit. Al momento lui prende mezza compressa di viagra prima dei rapporti; ma nonostante questo non riesce ad avere un erezione duratura o meglio tutto va bene fino a prima della penetrazione.
Ringraziandovi anticipatamente per un Vostro riscontro, Vi auguro una buona giornata. E non so magari se non sono stato abbastanza chiaro o se potreste avere di ulteriori dettaglio sono qui. Vorrei tanto poterlo aiutare ma non so come fare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la detumescenza precoce al momento della penetrazione rappresenta un disagio sessuale frequente che,necessariamente,deve essere valutato nell'ambito di una diagnosirigorosa,di cui non fa alcun cenno nel post.Ci aggiorni in merito agli esami diagnostici esegiuiti.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

Prima di fare una diagnosi da causa psicologica bisogna escludre le possibili cause organiche che solo attraverso una visita specialistica sara`possibile valutare. Lo specialista valutata la situazione clinica e dopo aver valutato l`obbiettivita, impostera`una srie di esami che vanno dai dosaggi ormonali all`codoppler dinamico penieno ecc.

Si consulti con il suo medico di base per identificare lo specialista di riferimento.

Cordiali saluti