Utente 226XXX
Salve più di un mese fa ho dovuto fare un'otturazione per una carie sul penultimo dell'arcata superiore, da subito mi faceva male e mi fa male tutt'ora se mordo troppo forte oppure se il dente arriva a contatto con un liquido anche a temperatuta ambiente.
Dall'otturazione ad oggi sono tornato circa tre o quattro volte dal dentista e mi ha fatto una specia di otturazione provvisoria, penso un anestetico. L'ultima volta, due settimane fa mi ha detto che a volte succede che la ferita fa fatica a chiudersi e che se non fosse passato tra due settimane (oggi) il dente sarebbe stato da devitalizzare.
Ho letto su Wikipedia che il dolore al dente potrebbe essere causato dall'otturazione fatta male, ma non mi fido ciecamente di tutto quello che trovo su internet.
Forse il mio dolore è causato da un'errore del dentista?
Altra domanda per favore, prima di andare dall'attuale dentista mi ero fatto visitare da un'altro studio per lo stesso problema, il medico che mi ha ricevuto e quello che visitava probabilmente hanno avuto un incomprensione e quello che visitava era già pronto con la siringa in mano e se non gli avessi detto che era solo una visita deduco che mi avrebbe fatto l'anestesia, il dentista attuale invece ha fatto tutto senza anestesia e io non ho sentito nessun dolore, dunque mi domando: l'anestesia per le otturazioni si fa a discrezione del medico? Non credo :)
Cosa mi consigliate?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
una dolenzia nelle ore immediatamente successive all'otturazione è possibile, ma deve risolversi spontaneamente in breve tempo.
Pertanto la sintomatologia descritta, soprattutto la sensibilità alle bevande ed ai cibi potrebbe essere indicativa per esempio di una sofferenza pulpare, soprattutto se la cavità dentale era molto profonda.
Non si può escludere inoltre un'esposizione di tessuto dentinale, anche minima, spesso causa di una sintomatologia simile: si tratta di ipotesi che possono essere valutate solo in corso di visita medica.

Per quanto riguarda l'anestesia, devo contraddirla, per le otturazioni conta la discrezionalità del dentista e la capacità di tolleranza del paziente, contrariamente a quanto avviene per esempio per un'estrazione!

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio, tutto chiarito.