Utente 263XXX
Salve! Sono un ragazzo di 20 anni e credo di essere affetto da ansia da prestazione. Non sono mai riuscito ad avere un rapporto sessuale completo. Nonostante la normale erezione durante gli altri tipi di rapporto, o durante l'autoerotismo, nel vero e proprio momento del tentativo di penetrazione l'erezione viene a mancare. Inutile stare a parlare delle ripercussioni psicologiche. Volevo sapere un vostro parere ed eventuali consigli su come comportarmi visto che non vorrei andasse avanti così ancora per molto. Grazie in anticipo!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Caro giovane, in sintesi e con ogni probabilità la diagnosi che Lei si è autoconfezionato è corretta. L'ansia di prestazione, le cui cause possono essere molteplici, è una potente stimolazione per l'apparato endocrino, determinando immissione nel circolo sanguigno di adrenalina. Quest'ultima è un inibitore dell'erezione: dovrebbe bastare per giustificare come un semplice fenomeno di ansia possa avere delle ripercussioni pratiche assai frustranti per un giovane sano e ben sviluppato.

Quello che Le capita è fenomeno assai comune alla Sua età. Venendo alle possibili soluzioni, una valutazione presso un bravo andrologo, è un primo passo che và compiuto. Successivamente non è da escludere che - se il problema non si risolve alla svelta - non si debba rivolgere alla figura di uno psicosessuologo. Cordiali saluti e.. incoraggiamenti
[#2] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio vivamente per la repentina e precisa risposta. Se il problema dovesse persistere molto probabilmente metterò in atto i Suoi consigli. Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
In bocca al lupo!
[#4] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Salve! Scusi di nuovo il disturbo. Senza sminuire i suoi senza dubbio più che validi consigli precedenti o il ruolo dell'andrologo e dello psicosessuologo, volevo chiederle un altro consiglio. Prima di arrivare a delle visite mediche, pensa che possa tentare di risolvere il problema provando ad andare con una prostituta? Tralasciando l'etica e la legalità, forse il non aver paura di "fare cilecca" con una ragazza che non vedrò più potrebbe aiutare. Oltre a questo, pensa che prima del rapporto avvertire la ragazza del proprio problema possa aiutare ulteriormente?

Grazie in anticipo per la risposta e mi scusi se questo genere di consigli non rientra nel vostro ruolo.
[#5] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Comprendo il deisderio di non "medicalizzare" subito il problema e, tralasciando i temi etici, l'ansia di prestazione potrebbe però essere ancora più manifesta di fronte ad una professionista del sesso, oltretutto con l'aggravante che di solito situazioni del genere sono non propriamente intrise di erotismo e che il Suo desiderio sessuale potrebbe essere alquanto offuscato. Comunque tentar non nuoce e determinate soluzioni vanno sempre lasciate alle scelte individuali. Cordiali saluti ancora
[#6] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Risposta esauriente anche questa volta! La ringrazio di nuovo per la sua professionalità anche in questo tipo di consiglio. Cordiali saluti Dottore!
[#7] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno dottore! Ancora non mi sono mosso in nessuna direzione ma volevo chiederle se in futuro, nel caso l'andrologo dovesse prescrivermi medicinali come il viagra per una terapia, potessi assumerli o no essendo affetto da prolasso della valvola mitrale (livello medio). E' da poco che mi è stato diagnosticato e il medico mi ha anche prescritto un medicinale per le aritmie, Tenormin Compresse, da 100 mg delle quali ne prendo solo 1/4 al giorno, quindi forse anche con questo medicinale non si consiglia l'assunzione di farmaci come il viagra. La ringrazio in anticipo per la risposta. Arrivederci!
[#8] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Non vi sono controindicazioni specifiche nel caso da Lei riportato. Ancora cordiali saluti