Utente 264XXX
Buonasera Dottore,

sono alla 30a settimana di gestazione, ho fatto la curva OGTT alla 28a settimana (75 gr. glucosio). Il risultato mi ha dato 193 dopo la prima ora, mentre glicemia basale e dopo 2 ore erano perfettamente nella norma.
In ospedale si sono limitati a prescrivermi una dieta ipoglicemica da 1.800 Kcal e l'auto controllo della glicemia 6 volte al giorno, in attesa di un consulto con diabetologo che avverrà solo il 6/9.
La glicemia basale è sempre stata normale dall'inizio della gravidanza, tra 77 e 82 di solito. Anche i controlli che ho cominciato a fare lo confermano e dopo i pasti (1 h) non ho mai superato i 116.

Le vorrei fare un paio di domande:

- con 1 solo valore fuori norma e non di molto, almeno credo, si può davvero parlare di diabete gestazionale? E' veramente necessaria una rigida dieta ipoglicemica ecc? Può trattarsi di una particolare intolleranza o di falso positivo?

- il fatto di essere microcitemica (beta talassemia accertata, emoglobina 9, assumevo ferro nei giorni precedenti l'esame) può in qualche modo influenzare il risultato del test OGTT o comunque può avere una relazione particolare col "diabete gestazionale" attualmente diagnosticatomi?

La ringrazio in anticipo per la gentile collaborazione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Santo Gentile
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Le linee guida per il diabete gestazionale in effetti indicano solo un lieve aumento della glicemia alla seconda ora e dunque ciò non basta per concretizzarsi la diagnosi di diabete gestazionale. Rimane valido il consiglio di una dieta a basso apporto calorico in zuccheri per tutta la durata della gestazione; da evitare invece una dieta priva di zuccheri.
Il fatto di essere microcitemica non influenza in alcun modo l'OGTT.
cordiali saluti dr Santo Gentile
[#2] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la risposta sollecita e rassicurante.
Il fatto che cominci a trovare delle tracce di chetoni nelle urine può dipendere da un'eccessiva riduzione dell'apporto di carboidrati?
[#3] dopo  
Dr. Santo Gentile
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
In effetti si, c'è questa correlazione tra una dieta a bassissimo contenuto in carboidrati ed il successivo riscontro di chetoni nelle urine.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio di nuovo per la disponibilità e la celerità della risposta.