Utente 266XXX
Buonasera, sono un uomo di 49 anni, pratico sport da circa 15 anni sistematicamente, 1 partita di calcio a settimana, e in estate faccio jogging, questa estate da aprile in poi per diminuire un pò di peso, ho fatto una dieta abbastanza intensa ( sono dimagrito quasi 10 KG.), e inoltre ho incrementato il jogging con 7 km. per tre volte a settimana, non ho mai avuto problemi o sintomi particolari, nessuno affaticamento o altro, ho fatto degli esami di routine del sangue( tutto ok, un pochino più alto trigliceridi 227 valore riferimento 200), inoltre misurando la pressione risultava alta, ma credo che era la sindrome del camice bianco , in quanto quando la misuro io ( più volte a settimana e in varie fasce di orario) è sistematicamente ottima, 110/75, l’unica cosa che in posizione di riposo rilevavo battiti molto bassi, fino ad arrivare la sera anche a 45-48 battiti, il mio dottore mi ha consigliato per scrupolo di eseguire holter cardiaco, leggo l’esito:
Conduzione Atrioventricolare nella norma durante le ore diurne. Nelle ore notturne si osservano N. 29 episodi di blocchi atrioventricolare 2:1, con pause superiori a 2500 msec.(la più lunga di 3500 msec alle ore 05:32)
13 ectopie sopraventricolare, in una occasione doppia.
FC media 57 bpm FC minima 32 bpm alle 03:44. FC massima 109 bpm alle 13:09. Battiti ventricolari 0. Ectopia Sopraventricolare 13. BBB 3
Assenze di significative modifiche della fase di ripolarizzazione ventricolare
Il dottore mi ha detto di stoppare dieta e attivita fisica, e di ripetere l’holter dopo 20 gg. l’ho ripetuto in un’altro centro, l’esito è stato questo:
FC Media 56 bpm , FC minima 29 bpm alle 00:19, FC massima 110 bpm alle 17:59.
Pause superiori a 2,5 sec. N. 61 ( max 4,5 sec. ore 04:35 ) tutte notturne da BAV II°. Registrati 3 battiti Ectopici Ventricolari isolati e 8 battiti Ectopici Sopraventricolare isolati.
Il mio dottore mi ha detto di fare approfondimenti con vari esami, e fermarmi completamente con lo sport.
Volevo gentilmente avere delucidazioni in merito, a cosa vado incontro, sono un po’ preoccupato, è qualcosa di grave?, un consiglio di come gestire questa problematica, cioè come attivarmi nel modo giusto, chiedo inoltre gentilmente se potete indicarmi centri a Napoli specializzati( oppure il più vicino a Napoli)per appoggiarmi e risolvere la situazione.
Sono una persona che vive per lo sport, secondo voi devo abitarmi all’idea di non poter praticare più sport? Grazie anticipatamente per la vs. risposta e disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Quello che descrive sembra un quadro da ipervagotonia secondaria all'attività fisica e andrebbe pertanto considerato come non patologico direttamente. Le pause riscontrate,però, seppur notturne (quando cioè il sistema vagale è pressocchè l'unico operante) sono di lunghezza non proprio "tranquilla". Le consiglio un approfondimento del problema rivolgendosi ad un bravo aritmologo e nella sua città ce ne sono (dal centro del nuovo Policlinico all'ospedale Monaldi etc).
Cordialità