Utente 627XXX
Soffro da anni di sensibilità chimica multiplia . Poichè questa sindrome non è ancora riconosciuta come posso fare a tutelarmi sul posto di lavoro?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Anzitutto non ci è nota la Sua professione. Comunque farei eseguire uno screening dei prodotti di sintesi e dei metalli pesanti ai quali ritiene di essere esposto. Saluti.
[#2] dopo  
Utente 627XXX

Iscritto dal 2005
Sono una impiegata . Innanzitutto La ringrazio della sua risposta. Vorrei aggiungere che ,nella vita di tutti i giorni, veniamo acontatto con sostanze:detersivi,deodoranti,detergenti...) che vengono ben tollerati ma che a me scatenano feroci mal di testa e difficoltà respiratorie.Poichè è difficile evitare tutto ciò spesso ci si trincera in casa e si evita di andare al cinema,al ristorante..e vivere così non è certamente facile .Inoltre se si è in un cinema si può decidere di uscire ma sul posto di lavoro non è così semplice .
[#3] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Come suggerivo, richieda un bioscreening per i prodotti di sintesi.
Se ha difficoltà ad eseguirlo, mi contatti in privato, poichè non mi è consentito deontologicamente pubblicizzare esami con denominazione commerciale. A presto.