Utente 268XXX
salve, a seguito di una caduta molto evidente e anche ad un leggero diradamento che mi ha "colpito" questa estate ho deciso di rivolgermi ad un dermatologo..
già da un paio di anni utilizzavo delle fialette prese in farmacia che a quanto mi sembrava avevano ridotto la caduta e la situazione non mi era mai sembrata allarmante, quasta estate però non sono bastate ed è stato come se non avessi utilizzato niente..
mi sono informato a volontà sulla faccenda e già mi ero immaginato che si trattasse di alopecia androgenetica visti i precedenti in famiglia..
il dermatologo mi ha fatto fare delle analisi del sangue che sono risultate perfette e da li sembra ci sia la conferma che sia androgenetica..
volevo un vostro parere su quanto mi ha prescritto semplicemente per avere un raffronto..
mi è stato prescritto sametrix più uno shampoo antiforfora per tre mesi in preparazione di una vera e propria "terapia" con lozioni(informandomi su internet immagino si tratti di minoxidil) preferite per adesso ad una terapia mediante farmaci da assumere per via orale(da quanto letto su internet immagino propecia)..
sempre informandomi ho letto di dermatologi che prescrivono da subito minoxidil senza questa fase di preparazione per togliere dalla testa la forfora, volevo quindi chiedere un parere su questo..
inoltre mi è venuto in mente troppo tardi e non ho chiesto al dermatologo se l'utilizzo di fiale in aggiunta a sametrix e lo shampoo prescritti potesse essere giusta o meno.. le fiale che ho sono state prese dal parrucchiere, da utilizzare una volta a settimana dopo essersi fatto lo shampoo e avrebbero lo scopo di fermare la caduta..
informandomi mi sembra di aver capito che l'alopecia androgenetica non abbia a che fare con l'effluvio ma semplicemente quando i capelli cadono ricrescono più fini, mi verrebbe quindi da pensare che il problema dell'effluvio sia in qualche modo separato e che utilizzare queste fiale potrebbe non contrastare con quanto prescrittomi dal dermatologo, chiedo però un vostro parere..
ringrazio molto chi leggerà le mie domande e deciderà di rispondere

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
il defluvium telogenico, individuato con la diagnosi di alopecia androgenetica, certamente non è un effluvium ma nulla vieta che diversi momenti patogenetici si sovrappongano, E così anche una dermatite seborroica ed altri quadri patologici del cuoio capelluto sono sinergici alla caduta che verosimilmente sta avvenendo da tempo.
E' buona norma risolvere tutti i problemi con ordine , stando attenti anche al potere irritante che può avere la lozione idroalcolica del minoxidil, con aumento della flogosi e dermatite in corso.
Altra buona norma è non dare nulla che non sia stato prescritto , per non modificare lo schema terapeutico.
Quindi solo ciò che era in ricetta e segua i dettami del suo dermatologo.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio molto per la tempestiva risposta..
sicuramente seguirò la cura del dermatologo e non aggiungerò altro..
grazie mille