Utente 261XXX
Salve
ho avuto un infarto nstemi con coronarie libere 3 anni fa. da allora ho preso sempre preso la cardioaspirina oltre alle medicine pe l'ipertensione,il diabete mellito e la depressione(da prima).da 5 mesi ho problemi allo stomaco con gastrite erosiva grave, polipi,ernia iatale reflusso.ho provato clexane, tiklid,plavix(misono coperta di lividi negli arti) etc, ma tutti peggiorano la situazione gastrica.Vorrei sapere se c'è un antiaggreganto piastrinico meno dannoso per lo stomaco, perchè è un mese che non prendo nulla. Senza antiaggregante è rischioso, lo stomaco non guarisce. potete aiutarmi?
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

tra gli antiaggreganti citati, la Cardioaspirina ha il maggiore effetto gastrolesivo diretto. La Ticlopidina ed Clopidogrel presentano un modesto effetto gastrolesivo diretto, ma influenzano negativamente la guarigione di lesioni peptiche prodotte da altri farmaci o da Helicobacter pylori (Hp).

In questi casi è opportuno valutare la bilancia rischio-beneficio, se il Suo rischio cardiovascolare è più alto del rischio di emorragia gastrica, si impone la necessità di impostare terapia antiaggregante e protezione gastrica.

Ponga il quesito al Suo cardiologo di fiducia, che dopo aver visionato gli esami strumentali e le analisi laboratoristiche saprà indicarLe la strada più sicura ed efficace da seguire.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 261XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta ,il mio cardiologo e il gastrenterologo vogliono provare ibustrin,che sarebbe meno efficace ma meno gastrolesivo.Per cortesia rispondetemi ancora.Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Come Le dicevo, l'analisi della bilancia rischio-beneficio deve necessariamente essere fatta da colleghi che hanno avuto modo di valutare gli accertamenti praticati.
[#4] dopo  
Utente 261XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio ancora ,ma dato che devo riprendere la terapia antiaggregante,secondo il cardiologo, volevo sapere se l'ibustrin è considerato meno gastrolesivo degli altri.(così ipotizza il cardiologo).
Comunque secondo il gastrenterologo la terapia dovrebbe essere lcon il farmaco meno gastrolesivo, perchè lo stomaco sta malissimo.
Insomma dovrei non prendere gli antiaggreganti per lo stomaco, ma prenderli per il cuore. Io ho pensato a fare addirittura l'agopuntura per un po' finchè non riesco aguarire con lo stomaco. mi sembra che non si sappia che fare, si sono sovrapposte 2 cose.
Ma ibustrin è meno dannoso, è l'unico che non ho provato.
ringrazio e per favore rispondetemi .
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

l'indobufene è un farmaco a bassa gastrolesività diretta.
[#6] dopo  
Utente 261XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille, io ho la gastrite erosiva,con polipi, ho letto che l'indobufene non si usa in caso di ulcere o lesioni, le erosioni nnon sono lesioni, quindi posso provare ? grazie se avra la cortesia di rispondermi ancora.sono molto preoccupata,
Grazie