Utente 274XXX
Ho avuto 2 episodi importanti di allergia da punture di vespe e calabroni 20 anni or sono e recentemente 2 crisi di allergia cutanea post-iniezione di Muscorill. Soffro di congiuntivite allergica con 3\4 episodi importanti nell'arco dell'anno. Da 1 anno l'Oculista ha riscontrato occhi molto secchi e dato colliri monodose (Xiloial Forte solo la sera prima di dormire) e Ketoftil monodose durante la giornata. Ho appena eseguito i test allergici e sono risultata altamente +++ positiva al TIMEROSAL ed in minore reazione al Nichel. Vorrei capire come individuare i prodotti Medici e di cosmesi che contengano questo allergene avendo grandi difficoltà a individuarli nei foglietti illustrativi.Inoltre vorrei sapere se la ditta Avène sia da considerare anallergica come da indicazione della Dermatologa e inoltre se esista una ditta di cosmesi da considerarsi maggiormente sicura x il mio problema. Ringrazio e attendo una vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buonasera.
Entrambe le sostanze che ha chiamato in causa possono provocarLe problemi con il contatto prolungato; eventuali tracce di nichel nelle preparazioni farmacologiche non saranno invece in grado di causarLe disturbi.
Il timerosal - o mertiolato - è un composto utilizzato sostanzialmente come conservante in alcune preparazioni (es. cosmetici, colliri). Deve essere ricercato con le suddette diciture (o con i corrispettivi anglosassoni, che sono comunque molto simili: thimerosal e merthiolate) tra gli ingredienti dei prodotti utilizzati, pertanto è piuttosto semplice evitarlo. I colliri che sta utilizzando vanno bene sicuramente, dal momento che non contengono conservanti.
La invito a non sottovalutare il nichel, nonostante il risultato "meno brillante" al patch test, perché si tratta di un elemento ubiquitario e spesso non dichiarato dalle aziende produttrici di cosmetici. Esistono comunque linee apposite "nickel-free", basta informarsi in farmacia facendo presente il problema ed esigendo prodotti che presentino tale caratteristica (indipendentemente dal produttore).
Mi permetto infine di segnalarLe che lo stesso collirio antistaminico può talora contribuire alla secchezza oculare.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Ringrazio per la risposta e la segnalazione finale.
Per il momento il disturbo agli occhi(congiuntivite) e' sempre presente e non cenna a diminuire,nonostante abbia abbandonato tutti i prodotti "non sicuri"per il mio problema.
Di notte la secrezione oculare e' maggiore che durante il giorno e i miei occhi,oltre ad essere arrossati,sono perennemente velati.
Penso di chiedere un consiglio anche ai suoi colleghi oculisti
Saluto e nuovamente ringrazio.
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Di fronte alla persistenza della «congiuntivite» nonostante la rimozione delle possibili cause - o almeno di quelle finora dimostrate - il Suo oculista deve pensare logicamente ad ipotesi alternative.
Saluti,