Utente 162XXX
Gentilissimi Dottori, sono una donna di 39 anni e vi scrivo in merito ad un problema che mi sta assillando da circa 9 mesi.
A seguito di una apicectomia sul dente 24, ho iniziato ad avvertire disturbi sopra al labbro sinistro (indolenzimento, soprattutto verticalmente, per intenderci a partire da sotto il naso, fino al labbro, soprattutto facendo una lieve pressione) e continuavo ad avvertire fastidio al dente 24 (incapsulato provvisoriamente), soprattutto se facevo pressione sullo stesso.
Il dentista mi disse che il fastidio sarebbe passato con il tempo...in realtà, dopo alcuni mesi, è comparsa una sorta di fistola con leggero pus ed una pallina molle sopra il dente in questione (tale pallina era posizionata molto in alto, quasi sotto l'apice del naso).
Il dentista procede con una RX endorale, dicendomi che non si vedeva nulla e a quel punto decide di operarmi nuovamente.
Diagnosi: reazione periostale.
Dopo l'intervento (punti e un pò di gonfiore), sono stata bene per poco più di un mese (tutti i sintomi erano spariti; ovvero non avvertivo più indolenzimento sul labbro e fastidio al dente). Una mattina, all'improvviso ho avvertito nuovamente fastidio al labbro (indolenzimento, fastidio alla pressione, ecc) e conseguentemente lieve fastidio al dente. Il tutto, ovviamente non è passato.
Per ora la gengiva non presenta nulla (mi sembra che stia guarendo bene dopo il secondo intervento), però non mi spiego come mai si sono ripresentati gli stessi sintomi, con continuo fastidio!
Dal dentista non ci sono ancora tornata, soprattutto non so cosa pensare...cosa potrebbe essere? Come mai dopo l'intervento, sono stata bene e poi tutto è tornato come prima? Qauli eventuali complicazioni potrebbero esserci?
Vi ringrazio per l'attenzione e vi saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa
28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
gentile utente, non sapendo che tipo di interventi sono stati fatti e per quali situazioni patologiche è veramente arduo darle un parere ma, in linea di massima, le patologie batteriche come quella che ha avuto lei, possono andare incontro, subito dopo la rimozione del grosso del tessuto infetto, ad una fase di remissione; solo se la patologia non si ripresenta, a posteriori, abbiamo la certezza della guarigione ma è possibile che, se a distanza di 4-6 sett qualcosa si risveglia, il processo infettivo - infiammatorio sia, per un qualche motivo annidato ancora in sede o ci sia la sovrammissione di qualche altro problema sia esso nuovo o presente già da prima.