Utente 271XXX
Gentili Dottori,

sono una ragazza di 22 anni. Da fine gennaio ho cominciato a soffrire di irregolarità intestinale che mi provocava lunghi periodi di stipsi (dai 7 ai 12 giorni) e conseguenti episodi di diarrea e forti dolori addominali. La causa scatenante è stata l'intolleranza al lattosio. Da un mese sto prendendo un regolatore intestinale e sto molto meglio, ma quasi un anno di malesseri ed episodi diarroici mi ha portato a perdere eccessivamente peso (sono passata da 46 kg a 39 kg). A causa della magrezza non ho più il ciclo da 2 mesi e soffro di astenia: mi sento debole, mi gira spesso la testa, specie quando mi viene fame, e in certi giorni sono costretta a rimanere coricata senza un filo di energia. Da qualche giorno sto assumendo un integratore del complesso B, fieno greco, genziana, pappa reale e zinco, ma non so se possa bastare. L'appetito non mi manca, ma è come se al mio corpo non bastasse il cibo che assumo nè per trarne sufficiente energia nè per riprendere peso. Devo preoccuparmi o devo dare tempo al corpo per riprendersi? Preciso che non soffro di disfunzioni tiroidee e non sono nè diabetica nè celiaca, benchè abbia temporaneamente sospeso l'assunzione di glutine perchè ho sviluppato quella che il medico ha definito "gluten sensitivity".

Ringrazio anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Traggo dal suo consulto
http://www.medicitalia.it/consulti/Gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/309638/Evacuazione-feci-dolorosa-e-irregolare

Lei dice,

<<Inizialmente le feci sono dure, ma si fanno sempre più molli sino ad arrivare a una vera e propria scarica di diarrea.>>

<<So di essere intollerante al lattosio ... ho fatto gli esami per accertarmi di non essere celiaca. Nonostante i risultati negativi, il malessere non accennava a passare, così, sospettando una sensibilità al glutine, il medico mi ha consigliato di sospendere l'assunzione del suddetto. Nonostante stia molto meglio (non avverto più la sensazione di pesantezza dopo i pasti e non ho perso più peso), continuo ad avere episodi di evacuazioni dolorose>>

Tale fenomenologia richiama fortemente la SII (Sindrome dell'Intestino Irritabile),

Le chiedo:
Quale è sempre stato il suo peso abituale?
In quanto tempo ha perso 7 kg.?
Come ha fatto diagnosi di Intolleranza al lattosio?
Perchè il suo medico (curante?gastroenterologo?) parla di "gluten sensitivity"?
Chi, e per quale sospetto diagnostico, le ha assegnato la terapia a base di integratori?
Si è sottoposta ad indagini endocrinologiche/ginecologiche?

Vorrei inoltre dire che va distinta la magrezza costituzionale (priva quindi di significato patologico)
e la perdita di peso secondaria a malattie o a stati di malnutrizione,
magari sostenuta da disturbi (su base psicogena) del comportamento alimentare.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore,

La ringrazio per la risposta. Per comodità, risponderò punto per punto:
-Ho sempre pesato intorno ai 44-46 kg (sono alta 157 cm)
-Ho perso 7 kg in circa 8 mesi
-Ho eseguito il breath test in ospedale, con risultato positivo
-Il gastroenterologo mi ha consigliato di sospendere il glutine per qualche periodo, perchè mi ero accorta che dopo aver mangiato pasta o pane mi sentivo molto appesantita. Mi ha parlato dell'esistenza della gluten sensitivity, che nel mio caso potrebbe essere veritiera in quanto non sono celiaca (ho fatto le analisi del sangue per accertarmene) ed effettivamente ho avuto un certo beneficio escludendo il glutine dalla dieta
-Sempre il gastroenterologo mi ha consigliato un integratore, per aiutarmi in questo momento di debolezza fisica (astenia e magrezza eccessiva)
- Ho effettuato le analisi del sangue per la tiroide, ma devo ancora andare da un ginecologo
Grazie a Dio non sono anoressica, la perdita di peso avveniva dopo ogni scarica, ma da quando l'alvo ha cominciato a regolarizzarsi sto meglio. Non so se la SII viene collegata solo a questioni psicologiche o anche fisiche, ma nel mio caso sono più propensa alla seconda ipotesi. Tutto è partito da quando ho erroneamente ricominciato ad assumere lattosio e si è placato una volta ristabilita la regolarità intestinale per mezzo di lassativi naturali. Non sto prendendo peso, sicuramente sono preoccupata ma non stressatissima.
La ringrazio per l'attenzione

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Potrebbe quindi trattarsi di una magrezza costituzionale,
non escluderei comunque la necessità di dover completare la diagnostica con l'esplorazione endoscopica.

Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore,

La ringrazio per la risposta. Sicuramente sono magra di costituzione, ma adesso sono dimagrita troppo. Tra qualche tempo ripeterò le analisi e in caso di bisogno effettuerò tutte le altre analisi del caso. Esiste una dieta per recuperare il peso e le energie originarie o devo comunque dare tempo al tempo?
La ringrazio per l'attenzione

Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ci vorrà tempo e tutta la competenza del suo gastroenterologo.

Cordialmente
[#6] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore,

La ringrazio per la risposta. Attenderò pazientemente e fiduciosa.
La ringrazio per la sua disponibilità e Le auguro una buona serata e buon lavoro.

Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Buona serata anche a lei.

Auguroni