Utente 251XXX
Gentili dottori buonasera,

da qualche settimana ogni tanto avverto bruciori, fastidi e pizzichi al livello dello sterno che di tanto in tanto si propagano anche sul fianco sinistro e sulle scapole...premetto che qualche settimana fa dopo un episodio di bruciore sono andato al PS dove mi hanno fatto un ECG, RX al torace e analisi del sangue (che già avevo fatto pochi mesi prima) e la dott.ssa, dopo averle detto del mio disturbo di ansia (sono in cura da una specialista) mi ha detto che il mio cuore è sanissimo e che non ho bisogno di fare più nulla rimandandomi a casa. Anche il medico di base aveva fatto lo stesso dicendomi che al massimo potevo avere un pò di reflusso ma mi ha sconsigliato di prendere farmaci.

Inoltre, mi è capitato non poche volte di avvertire "dolori sordi" nella stessa zona toracica senza effettivamente riuscire a capire se questi erano riferibili allo sterno, al petto o allo stomaco. Dolori sordi che sono lievi ma comunque abbastanza fastidiosi...

Grazie mille e sempre complimenti per il vostro sostegno.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
i sintomi che lei riferisce assolutamente non sono tipici di quelli di origine cardiaca. Inoltre ha già fatto (sia in passato che recentemente in pronto soccorso) accertamenti risultati negativi.
Quindi credo che lei possa stare tranquillo.
[#2] dopo  
Utente 251XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dott.ssa Lestuzzi, grazie mille.

Anche i dolori allo sterno che vanno e vengono come se fossero a intermittenza non rientrano nei problemi cardiaci?

Buona serata
[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Non credo proprio. Hanno caratteristiche ben diverse dai dolori cardiaci. Si rassicuri.
[#4] dopo  
Utente 251XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dott.ssa Lestuzzi, anche se in ritardo volevo ringraziarla per avermi rassicurato.