Utente 281XXX
buongiorno, tre giorni fa sono andata dal dentista per fare un otturazione, quando mi ha fatto l'anestesia ho sentito come se l'ago si piantasse in qualcosa, e quando il medico ha spinto l'ago ancora più a fondo ho avuta la sensazione di formicolio o granelli ( non saprei spiegare bene la sensazione ) e molto dolore. l'anestesia comunque non ha preso e una volta a casa avevo molto dolore nel punto in cui ho fatto l'anestesia e senzazione di gonfiore che d'ura tuttora. cosa potrebbe essere successo e cosa posso fare? il mio dentista non mi ha detto niente
grazie

martina
[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Potrebbe essere il "trauma" locale dell'ago o dell anestetico ( ematoma o eccesso di vasocostrizione)
Comunque solitamente in qualche giorno passa tutto
Stia tranquilla
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Con molta probabilità si tratta di un trauma meccanico (ago contro nervo). I sintomi da lei descritti dovrebbero passare tra qualche giorno. Per l'edema se presente si può far prescrivere un fibrinolitico.
Saluti
[#3] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
grazie delle risposte, domani sarà una settimana dalla anestesia ma mi fa ancora male sopratutto quando mastico e se tocco la guancia, mi passa un pò ( ma mai del tutto ) solo con l'Oki, il prossimo appuntamento dal denstista ce l'ho tra un mese, secondo voi è il caso che vada prima per farmi vedere?
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Credo proprio che farsi ricontrollare sia una cosa utile. Saluti
[#5] dopo  
Dr. Alessandro Francini
24% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
"secondo voi è il caso che vada prima per farmi vedere? "

Sarebbe meglio farsi controllare.
Quanto lei racconta può capitare un po' più spesso (ma comunque sempre in casi limitati) quando si usa un tipo di anestesia chiamato "intraligamentaria".
L'anestetico è sempre lo stesso, ciò che cambia è il tipo di iniezione.
In questo caso si usa un ago molto corto e sottile, montato su un tipo di siringa che, a seconda dei modelli, può assomigliare a una pistola o a una penna.
L'ago si inserisce nello spazio tra dente e gengiva, e l'iniezione avviene con una forza maggiore che con le siringhe tradizionali.
In qualche caso questo tipo di iniezione può dare una sintomatologia simile a quella che lei descrive,anche per più giorni.
Comunque è opportuno farsi vedere per controllo.

Cordiali saluti